SmartCycling #14, Ciro Scognamiglio: “I rapporti tra Froome e Brailsford sono ai minimi storici”

21enne, neoprofessionista con la maglia della UAE Emirates, grande talento reduce da ottimi risultati tra gli under, Alessandro Covi è stato il protagonista della 14esima puntata di SmartCycling, ieri sera. Il varesino ha descritto le sensazioni che un giovane come lui prova alle prime esperienze nel World Tour: “La cosa più bella sono le gare, ritrovarmi accanto a grandi campioni che sinora ho solo visto in tv è un’emozione fortissima. Non c’è nulla che non mi piaccia della vita del ciclista, e all’interno del team mi trovo benissimo, siamo come una famiglia”. Tra corse dei sogni (“Per cominciare vorrei vincere la Tre Valli Varesine“) e amici con cui condividere le fatiche dell’allenamento (“Esco spesso con Robert Stannard”), tra la trepidazione alla vigilia della prima Monumento (il Lombardia di sabato) e l’ammirazione per gli avversari che vede in gara (“Nella corsa del Mont Ventoux ero un po’ indietro, diciamo che li ho visti meglio nella replica in tv…”), Alessandro rivela l’identità del suo tifoso più grande: “È mia nonna quella che mi segue con più passione… certo mi vede un po’ magro…”.

Ospite della puntata anche Ciro Scognamiglio, giornalista della Gazzetta dello Sport che tra le altre cose ci ha svelato un interessante retroscena di mercato: “Chris Froome avrebbe voluto tanto con sé Richie Porte alla Israel il prossimo anno, ma la Ineos si è messa di traverso e ha a sua volta ingaggiato l’australiano, che tornerà quindi al team britannico dopo un biennio alla Trek. I rapporti tra Froome e Brailsford, capo della Ineos, si sono abbastanza deteriorati ultimamente”. Scognamiglio – insider in casa RCS – fa trapelare anche la possibilità che nei prossimi anni cresca la copertura televisiva della Strade Bianche, andando incontro ai desiderata di tantissimi appassionati.

Qui di seguito la puntata integrale di SmartCycling #014.

Oggi in scena la puntata numero 15, puntuale alle 19 sulla homepage di Cicloweb o coi nostri canali Facebook e YouTube. Sotto i riflettori Alan Marangoni, che dopo il ritiro dal ciclismo pedalato è diventato un mattatore di quello raccontato. Non mancate!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile