Sam Bennett conclude con una vittoria il Tour de France © Getty Images
Sam Bennett conclude con una vittoria il Tour de France © Getty Images

United Colors of Bennett

Vittoria in maglia verde per il re delle volate di questo Tour, davanti a Pedersen e Sagan. Quinto Viviani, Pogacar re del Tour a 21 anni

Meritata vittoria per Sam Bennett sui Campi Elisi, un doppio successo per il velocista irlandese: vince la sua seconda tappa al Tour e suggella il meritato successo nella classifica della maglia verde. Pur non dominando le volate, Bennett ha dimostrato di essere il velocista più completo e regolare nella Grande Boucle di quest’anno.

Come da tradizione, l’ultima tappa del Tour de France si accende solo dopo il primo passaggio sotto la linea del traguardo sugli Champs Élysées, con 50 km di corsa ancora da effettuare. Rompe il ghiaccio Neilson Powless (EF Pro Cycling), seguito da un tentativo di Michael Schär (CCC Team), Andrey Amador e Michal Kwiatkowski (Ineos Granadiers), Tom Van Asbroeck (Israel Start-Up Nation) e Nicolas Edet (Cofidis), Tony Martin (Team Jumbo-Visma) e Kasper Asgreen (Deceuninck-Quick Step) presto rintuzzato dal gruppo.

Ai -40, altro attacco importante con Greg Van Avermaet (CCC Team), Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe), Pierre-Luc Perichon (Cofidis) e Connor Swift (Team Arkéa-Samsic), in corrispondenza del traguardo volante dove Sam Bennett (Deceuninck Quick-Step) passa per primo per il gruppo, di fatto ufficializzando la sua vittoria della maglia verde: è il primo atleta a battere Peter Sagan sul campo dopo 7 successi in 8 anni. I 4 vengono lasciati lentamente a cucinare a 20″ di vantaggio costante, fino a essere ripresi a 3,5  km dall’arrivo.

La Jumbo-Visma cerca la consolazione dal Tour appena perso organizzato la volata per Wout Van Aert, ma anche gli altri treni, a cominciare da quello dei Deceuninck, sono attivi, fino ad arrivare con Mørkøv davanti all’ultimo chilometro. Jasper Stuyven prova a lanciare il campione del mondo Mads Pedersen (Trek-Segafredo), alla sua ultima uscita con la maglia iridata, ma Sam Bennett è lesto ad uscire e vincere, precedendo il danese, Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), Elia Viviani (Cofidis), Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma), Caleb Ewan (Lotto Soudal), Hugo Hofstetter (Israel Start Up Nation), Bryan Coquard (B&B Hotels-Vital COncept) e Maximilian Walscheid (NTT Pro Cycling).

Ovviamente confermata la classifica finale, con Tadej Pogacar che vince il suo primo Tour de France con 59″ di vantaggio su Primoz Roglic e 3’30” su Richie Porte.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile