La gamba cresce in vista di Tokyo: Moscon vince di forza il GP di Lugano

Giovedì scorso al Giro d’Appennino l’inedita salita della Madonna della Guardia era rimasta indigesta a Gianni Moscon che in vista dello scollinamento aveva perso contatto dal belga Ben Hermans poi vincitore della corsa, ma oggi il trentino della Ineos Grenadiers è riuscito a riscattarsi ed a lanciare quel segnale importante che il ct Cassani e tutti i tifosi italiani si aspettavano in questo avvicinamento ai Giochi Olimpici di Tokyo. Moscon si è infatti aggiudicato oggi per distacco il 37° Gran Premio Città di Lugano, prendendosi anche una rivincita nei confronti dello stesso Hermans che oggi ha dovuto alzare bandiera bianca davanti all’ultima accelerazione del talento azzurro.

Tra i protagonisti delle fasi centrali della corsa s’è segnalato anche un buon Fabio Aru, attivo con una bella azione in solitaria a cui però il gruppo non ha lasciato un margine appena sufficiente a conquistare la classifica dei traguardi volanti di giornata (al traguardo è arrivato 13°). Il GP Città di Lugano 2021 si è disputato su un circuito di 23 chilometri da ripetere 8 volte ed è stata proprio nell’ultima tornata che si è decisa la corsa: sulla salita di Agra hanno fatto il nuovo Gianni Moscon, Ben Hermans (Israel), Valerio Conti (UAE) e Simon Pellaud (Androni) che velocemente hanno guadagnato circa 40″ sui più immediati inseguitori.

Prima del traguardo c’era ancora un altro breve strappo a circa 4 chilometri, ed è proprio qui che Gianni Moscon è partito di forza senza lasciare scampo ai suoi compagni d’avventura: il trentino della Ineos Grenadiers si è involato tutto solo e s’è andato a prendere la terza vittoria stagionale dopo le due tappe al Tour of the Alps. A 21″ di distanza Valerio Conti ha avuto la meglio su Ben Hermans nello sprint per la seconda piazza, Simon Pellaud ha chiuso quarto a 33″, poi a 56″ sono giunti Diego Ulissi (UAE) e Simone Velasco (Gazprom) che avevano provato invano a riavvicinarsi ai primi quattro; a seguire, più staccati, Dion Smith (BikeExchange), Davide Orrico (Vini Zabù), Marco Tizza (Amore&Vita) e Markus Wildauer (Vorarlberg) hanno completato la top10.

Informazioni su attività di comparazione dei siti scommesse e casino PayPal più affidabili.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile