Manuele Boaro in fuga sul Monte di Ragogna © Getty Images
Manuele Boaro in fuga sul Monte di Ragogna © Getty Images

Giro d’Italia, caduta e ritiro per il veneto Manuele Boaro

Il Giro d’Italia perde un altro elemento. Attorno a metà del percorso dell’odierna Pinzolo-Laghi di Cancano Manuele Boaro è finito a terra; la sua Astana Pro Team fa sapere che il passista veneto non ha riportato gravi conseguenze ma è stato deciso di non farlo proseguire. Protagonista martedì nell’azione decisiva nella tappa terminata a San Daniele del Friuli, il trentatreenne è il terzo corridore della compagine kazaka a lasciare la Corsa Rosa, dopo gli abbandoni del colombiano Miguel Ángel López e del russo Aleksandr Vlasov già nelle prime due giornate trascorse in Sicilia.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile