Edoardo Affini © Jumbo-Visma
Professionisti

Affini tra passato e futuro: "La Maglia Rossa, che soddisfazione! Ora punto Tricolore e Nazionale"

Il cronoman italiano della Jumbo-Visma traccia un bilancio positivo del suo 2022 e si approccia al nuovo anno affamato di successi

09.01.2023 17:29

Nessun successo ma diverse soddisfazioni nel 2022 appena concluso per Edoardo Affini. Su tutte spiccano senza dubbio la prestigiosa Maglia Rossa indossata per una tappa alla Vuelta e, ancor più, l'argento mondiale con la staffetta mista a Wollongong. Senza dimenticare naturalmente il podio a cronometro nei Campionati Italiani, il terzo di fila per il ventiseienne della Jumbo-Visma.

Di com'è andata la sua stagione ne ha parlato lo stesso specialista delle prove contro il tempo all'Eco di Mantova: "Nel 2022 ho più volte sfiorato la prima vittoria con la maglia della Jumbo-Visma senza riuscire ancora a conquistarla. Sono state delusioni da cui, tuttavia, devo trarre ulteriori stimoli per crescere ancora. Di contro ho ricevuto grandi gratificazioni, come l'aver indossato la Maglia Rossa alla Vuelta. Nel complesso la considero una stagione positiva, nella quale ho cercato di svolgere al meglio il mio compito di supporto ai capitani”.

Gli obiettivi per il nuovo anno sono chiari: “Il Giro resta l'appuntamento più importante della prima metà dell'anno, in cui comunque mi farò trovare pronto per le classiche primaverili. Poi i Campionati Italiani in cui cercherò un altro podio, magari sul gradino più alto. Ed infine lavorerò sodo per poter arrivare in maglia azzurra per Europei e Mondiali”.

La salita trampolino che fece saltare il palinsesto Rai
Miguel Ángel... e Demoni