Rui Costa vince il Trofeo Calvià davanti a Louis Vervaeke
Professionisti

Rui Costa vince il Trofeo Calvià

Il portoghese, appena approdato all’Intermarchè-Circus-Wanty, consegna la prima vittoria del 2023 alla squadra belga imponendosi nella prima prova del Challenge Mallorca. Podio Louis Vervaeke-Ben Healy, decimo Andrea Bagioli

25.01.2023 16:42

Il Trofeo Calvià, prima di cinque prove del Challenge Mallorca 2023, si svolge su un percorso collinare nella parte nord ovest di Palma di Maiorca. Dei 150 km di corsa, è raro trovare tratti in pianura; infatti i cinque ‘coll’ validi come gpm sono soltanto una minima parte di tutti i saliscendi che i ciclisti troveranno per strada. Le squadre che prenderanno il via sono 21, delle quali spiccano le 8 formazioni WT (Soudal-Quick Step, Movistar, UAE Team Emirates, BORA-Hansgrohe, Cofidis, EF Education EasyPost, Arkea -Samsic e Intermarchè-Circus-Wanty) più le due professional (Lotto – Dstny e Israel Premier Tech) che fino allo scorso anno facevano parte della massima categoria. Saranno diversi i ciclisti che inizieranno oggi la stagione su strada ed ai nastri di partenza sarà presente anche Brandon McNulty, vincitore del Trofeo Calvià 2022. L’americano sarà certamente un uomo da tenere d’occhio nell’UAE Team Emirates che schiera tra gli altri gente scafata come Tim Wellens, Matteo Trentin e Diego Ulissi. 

La fuga di giornata partiva dopo 9 km grazie all’azione di Pascal Eenkhoorn (Lotto Dstny), Ben Healy (EF Education EasyPost), Mirco Maestri (EOLO-Kometa) e Matt Zimmer (Project Echelon Racing). A 62 km dall’arrivo Maestri e Zimmer si sfilavano dalla testa della corsa mentre iniziava la bagarre nel gruppo inseguitore con diversi attacchi che vedevano molto attivi gli uomini della Soudal Quick Step con Julian Alaphilippe in prima fila. Ad una cinquantina di km dall’arrivo i due battistrada Eenkhoorn ed Healy avevano un minuto circa di vantaggio su Alaphilippe, Andrea Bagioli, Louis Vervaeke, Casper Pedersen (Soudal – Quick Step), Carlos Canal (Euskaltel Euskadi), Rui Costa e Kobe Goossens (Intermarchè – Circus – Wanty), Axel Zingle (Cofidis) e Ben Zwiehoff (BORA – Hansgrohe) mentre il grosso del gruppo tirato da Movistar e Kern Pharma era ancora più dietro. A circa 35 km dall’arrivo evadevano dal primo gruppo inseguitore Rui Costa e Vervaeke. A 26 km dalla conclusione il vantaggio della copia di testa su quella inseguitrice era di 20 secondi. Rui Costa e Vervaeke riprendevano Eenkhoorn ed Healy a 22 km dal termine. A 15 km dall’arrivo Vervaeke rompeva gli indugi e allungava in testa. L’azione del belga era molto efficace e gli consentiva di restare davanti una buona decina di km, salvo poi essere ripreso da Healy e Rui Costa a 5 km dalla conclusione. I tre ciclisti in testa vedevano il traguardo sempre più vicino e si davano cambi regolari. Nella volata finale, con una sede stradale piuttosto larga che curvava verso destra, Costa aveva la meglio su Vervaeke mentre Healy era terzo. Il portoghese torna alla vittoria dopo essere rimasto a bocca asciutta due anni e mezzo - la sua ultima vittoria risale ai Campionati Portoghesi su strada 2020.

Domani è in programma il Trofeo Port D'Alcudia - Port D'Alcudia, seconda prova del Challenge Mallorca. Partenza da Ses Salines ed arrivo ad Alcudia dopo quasi 159 km che vedranno come vero ed unico spauracchio il Coll de Sa Batalla, lungo poco meno di 9 km e con una pendenza media del 5%. Si scollina a 28 km dal traguardo, dopo un breve tratto di falsopiano che comprende anche il successivo ma brevissimo Coll de Femenia. Rui Costa, in caso di partecipazione, potrebbe a questo punto puntare a prendere ulteriori punti in ottica vittoria/classifica finale. 

Juan Pedro López prepara il ritorno
Quintana non si ritira: "Andrò in Europa a cercare squadra"