Kobe Goossens, primo in solitaria al Trofeo Andratx
Professionisti

Kobe quando fuori piove

Al Trofeo Andratx Kobe Goossens agguanta la prima vittoria in carriera dopo 25 chilometri in solitaria. Sul podio Pelayo Sánchez e Lennert Van Eetvelt, buon 4° posto per Alessio Martinelli

27.01.2023 16:16

La terza giornata della Challenge Mallorca ha visto protagonisti gli scalatori e i corridori resistenti, che questa mattina hanno preso il via da Andratx per raggiungere la cittadina di Pollença dopo 161 chilometri. Ben quattro i gran premi della montagna in programma, a cominciare da Coll de sa Gramola (5.9 chilometri al 5.1%) e Coll de Claret (10.7 chilometri al 3.7%), entrambi affrontati nella prima parte del percorso, seguiti dai 14.4 chilometri al 6.1% del Coll de Puig Major, il più duro di giornata. L'ultimo GPM era il Mirador des Colomer, una breve scalata di 3 chilometri al 6.2% che ha condotto gli atleti al traguardo di Pollença.

Il percorso esigente ha messo in difficoltà molti corridori sin dai primi chilometri; il Coll de sa Gramola ha visto transitare in cima un gruppo di 40 corridori con al suo interno uomini di rilievo come Julian Alaphilippe (Soudal - Quick Step), Rui Costa (Intermarché - Circus - Wanty) e Tim Wellens (UAE Team Emirates). La situazione si è evoluta ancora nell'avvicinamento al Coll de Claret quando ha preso il largo un drappello di sette atleti tra cui Cian Uijtdebroeks (BORA - hansgrohe), Mattia Bais (EOLO-Kometa) e Alessio Nieri (Green Porject-Bardiani CSF-Faizanè). Ai sette si è poi aggiunto Kobe Goossens (Intermarché - Circus - Wanty).

Il gruppo principale ha mantenuto il distacco dagli attaccanti appena sopra al minuto aumentando il ritmo durante la scalata del Puig Major sotto l'impulso di Soudal - Quick Step e UAE Team Emirates. A dispetto delle attese, chiudere il gap dai fuggitivi è stato più difficile del previsto per il gruppo dei favoriti che ha visto allontanarsi Goossens e Uijtdebroeks; i due belgi hanno lasciato sul posto i compagni d'attacco collaborando anche dopo lo scollinamento.

Nella lunga discesa verso l'abitato di Pollença, caratterizzata da parecchie insidie a causa del maltempo, Uijtdebroeks ha dovuto cedere il passo a Goossens scendendo con molta più cautela. Il corridore della Intermarché - Circus - Wanty ha così concluso la discesa in solitaria e ha cominciato a guadagnare anche sul gruppo, dal quale sono evasi Louis Vervaeke, Ilan Van Wilder (Soudal - Quick Step), Lennard Kämna (BORA - hansgrohe) e Hugh Carthy (EF Education-EasyPost). I quattro corridori si sono però rialzati dopo un paio di chilometri spianando la strada al battistrada belga.

La scalata del Mirador des Colomer ha accolto uno stremato Goossens, bravo a gestire il minuto abbondante di vantaggio per concludere la sua azione con la prima vittoria in carriera. Alle sue spalle Uijtdebroeks è stato ripreso dai primi inseguitori proprio in vista del traguardo. Sul podio sono quindi saliti, con un ritardo di 40", Pelayo Sánchez (Burgos-BH) e Lennert Van Eetvelt (Lotto Dstny). Quarta piazza occupata da Alessio Martinelli (Green Project-Bardiani CSF- Faizanè) che ha anticipato Roger Adrià (Equipo Kern Pharma). A chiudere la top 10 Fernando Barceló (Caja Rural - Seguros RGA), Louis Barré (Team Arkéa Samsic), Gonzalo Serrano (Movistar Team) e la coppia della BORA - hansgrohe formata da Emanuel Buchmann e Frederik Wandahl.

 

Tirreno-Adriatico 2023 - Analisi del Percorso
Cadel Evans Great Ocean Road Race - Tutto quello che c'è da sapere