©woutvanaert-IG
Professionisti

Alla Jaén Paraiso Van Aert sfida Wellens e Ayuso: chi avrà la meglio sullo sterrato?

Torna la classica che l'anno scorso fu di Tadej Pogačar. Assente lo sloveno, è il turno di Ayuso (all'esordio stagionale), che con Wellens sfiderà Van Aert

11.02.2024 22:51

Terza edizione per la Clásica Jaén Paraiso Interior, corsa che ha luogo da tre anni nella provincia di Jaén in Andalusia. Il percorso è caratterizzato dalla presenza di settori di sterrato, per quanto molto meno delle scorse due volte, a causa dei recenti interventi sul tracciato dovuti al maltempo. Nelle prime due edizioni sono arrivate le vittorie di Alexey Lutsenko (Astana Qazaqstan) nel 2022 e di Tadej Pogačar (Uae Emirates) nel 2023: né l'uno né l'altro saranno al via della corsa domani.

Terza Clásica Jaén Paraiso Interior, il percorso: ridotti i tratti di sterrato

L'arrivo torna ad essere à Úbeda (come nel 2022, e non a Baeza, che da località di arrivo del 2023 torna ad essere città di partenza. Si riducono ulteriormente i chilometri che attendono i corridori: nel 2022 erano 187, nel 2023 178, in questa edizione saranno 158.3, con circa 2500 metri di dislivello previsti. Il percorso ha però subito una riduzione dei tratti non asfaltati negli ultimi giorni a causa delle condizioni meteo avverse previste sul tracciato. Il disegno iniziale prevedeva 62 chilometri di sterrato, mentre ora ne sono rimasti solo 18: sono infatti stati eliminati i settori di Antonio Machado, Valdeolivas, Ubbadat e Soledades, mentre sono rimasti quelli di Cruz de Jaboneros, Santa Eulalia, Guadalupe e Virgen de la Salud, tutti posti nell'ultimo terzo di corsa.

I favoriti

Saranno quattrodici le formazioni al via, di cui cinque Word Tour (Uae Emirates, Visma-Lease a Bike, INEOS Grenadiers, Decathlon AG2R La Mondiale e Movistar. Sette saranno le professional (Euskaltel-Euskadi, Kern Pharma, Burgos BH, Caja Rural-Seguros RGA, Flanders-Baloise, Q36.5, Lotto Dstny) e due le continental, la Isles Baleares Arabay e la squadra devo della Lidl-Trek, la Lidl-Trek Future Racing, dove correranno insieme due fratelli d'arte, Matteo Milan (fratello minore di Jonathan) e Martin Pedersen (fratello minore di Mads). Il terreno sembrerebbe l'ideale per il pluricampione del ciclocross Wout Van Aert, ieri decimo alla Classica di Almeria, ma che oggi non avrà obblighi di gregariato come ieri. Cercheranno di insidiarlo Tim Wellens (UAE, ieri terzo alla Vuelta a Murcia) che è andato a podio nelle ultime due edizioni, e il suo compagno Juan Ayuso, all'esordio stagionale. Altri nomi da seguire saranno Michał Kwiatkowski (sabato quarto a Murcia) e Carlos Rodríguez della INEOS Grenadiers, nonché Ben O'Connor (Decathlon AG2R La Mondiale), che sabato ha mostrato già una grande condizione vincendo la Vuelta a Murcia.

Juan Ayuso, domani all'esordio ©uae_team_emirates-IG
Juan Ayuso, domani all'esordio ©uae_team_emirates-IG

Orari e dove vederla

La corsa prenderà il via da Baeza alle 13:04 del 12 febbraio. Diretta TV su Eurosport 2 dalle 15:00.

Via libera alla camera ipobarica anche in Italia: sbagliavamo prima o sbagliamo adesso?
Attenti a quei due: in Oman vince Magnier, Lamperti secondo e nuovo leader