Alberto Bettiol © EF Education-EasyPost
Professionisti

Tour Down Under, è italiana la prima vittoria del World Tour 2023!

Alberto Bettiol parte prestissimo, sfrutta la strada asciutta e stampa un tempone che gli permette di mettere le mani sul cronoprologo della corsa australiana. Poi piove e nessuno lo prende più. Podio di giornata per Sheffield e Johansen

17.01.2023 10:34

Scelta strategica, condizione già buona, attitudine contro il tempo e un pizzico di fortuna nel beccare l'unica finestra con la strada non bagnata dalla pioggia, all'inizio del cronoprologo del Tour Down Under 2023, in quel di Adelaide: tutto ciò ha permesso ad Alberto Bettiol di conquistare la prima prova World Tour della stagione, sua quarta vittoria in assoluto da professionista.

Il 29enne di Castelfiorentino è partito per quarto e ha fissato in 6'19" un tempo che nessuno avrebbe più superato. Gli si sono avvicinati dapprima Hugo Page (Intermarché-Circus-Wanty) con 6'31" e Samuel Gaze (Alpecin-Deceuninck) con 6'30", anche loro premiati dalla partenza precoce; poi è venuta la pioggia e per un'ora e mezza nessuno ha più saputo stare sui tempi dei primi; quando poi è smesso di piovere si è rivista qualche buona prestazione, il 6'33" di Michael Matthews (Jayco AlUla), il 6'27" di Magnus Sheffield (INEOS Grenadiers), il 6'29" di Julius Johansen (Intermarché)… poi altri hanno chiuso la prova intorno ai 6'30" ma il risultato per il corridore della EF Education-EasyPost era già acquisito.

L'ordine d'arrivo, coincidente con la prima classifica della corsa, vede Bettiol primo con 8" su Sheffield, 9" su Johansen, 10" su Kaden Groves (Jayco) e Gaze, 12" su Page e Marius Mayrhofer (DSM), 13" su Jannik Steimle (Soudal-Quick Step), Jay Vine (UAE Emirates) e Matthews. Piazzamenti di altri uomini attesi: Ethan Hayter (INEOS Grenadier) 21esimo a 18", Pello Bilbao (Bahrain-Victorious) 25esimo a 20", Simon Yates (Jayco) 38esimo a 26", Ben O'Connor (AG2R Citroën) 41esimo a 27", Jai Jindley (Bora-Hansgrohe) 100esimo a 44", stesso ritardo di Geraint Thomas (INEOS) 101esimo.

Lungo l'elenco dei corridori scivolati sul bagnato: Alessandro Covi (UAE), Jensen Plowright (Alpecin), Sean Quinn e Mikkel Honoré (EF), Chris Hamilton (DSM), Emils Liepins (Trek-Segafredo), Tim van Dijke (Jumbo-Visma). Domani (ma in realtà stanotte per noi europei) la prima tappa in linea chiamerà il gruppo a una volata ristretta sull'accidentato circuito di Tanunda (149.9 km in totale): la salita di Menglers Hill, da affrontare quattro volte e mezza, promette di fare almeno un minimo di selezione. Bettiol dovrà difendere la maglia ocra e in effetti ha tutte le possibilità di farlo.

Le squadre 2023: Bahrain-Victorious
Bernal, dalla voglia di smettere al Tour de France