I fuggitivi tirati da Rubén Plaza nella tappa di Risoul © Graham Watson
I fuggitivi tirati da Rubén Plaza nella tappa di Risoul © Graham Watson

Ranking World Tour: Nibali sale al quarto posto, l’Italia al settimo. Tra i team svetta la Tinkoff

Con la conclusione del Giro d’Italia sono state aggiornate le graduatorie relative al ranking World Tour. Nella classifica riservata ai corridori resta immutato il podio con Peter Sagan che guida con 329 punti davanti a Nairo Quintana e Alberto Contador, fermi rispettivamente a 285 e 280 punti. Cambia invece la quarta posizione che ora è appannaggio di Vincenzo Nibali con 231 punti; seguono il siciliano Richie Porte a 222, Ilnur Zakarin a 219, Alejandro Valverde a 205, Sergio Henao a 204, Sep Vanmarcke a 201 e Thibaut Pinot a 200.

Non cambia neppure la guida anche nella lista dei team con la Tinkoff a 819 mentre si assiste al sorpasso del Movistar Team sul Team Sky, con i spagnoli a 730 e i britannici a 680. Nella top 10 si trovano BMC Racing Team a 628, Orica GreenEDGE a 517, Team Katusha a 496, Etixx-Quick Step a 494, FDJ a 428 e Team LottoNl-Jumbo a 361. L’unica formazione italiana, la Lampre-Merida, è dodicesima a 243.

La Spagna conserva la vetta del ranking per nazioni con 817 punti; sale in seconda posizione la Colombia con 762 a discapito dell’Australia ferma a 579, di poco davanti a Belgio (557) e Francia (535). Sesti sono i Paesi Bassi con 423 mentre l’Italia è settima a 399, dopo aver risalito ben sette posizioni. A 398 c’è già la Gran Bretagna mentre la Svizzera è a 361 e la Slovacchia, o per meglio dire Peter Sagan, è decima a 329.

Archivio

La vignetta di Pellegrini