Il podio dell'edizione 2015 del Trofeo Matteotti © Trofeo Matteotti
Il podio dell'edizione 2015 del Trofeo Matteotti © Trofeo Matteotti

Annullato il Trofeo Matteotti 2016

Prosegue lo stillicidio di corse in Italia (senza alcun tentativo di invertire la tendenza da parte della Federazione): l’Unione Ciclistica Fernando Perna ha annunciato l’annullamento della sessantanovesima edizione del Trofeo Matteotti,  in calendario il 17 luglio 2016 a Pescara.

«Una scelta molto dolorosa assunta dopo profonda e attenta valutazione» dichiara il presidente del comitato organizzatore Renato Ricci al quotidiano Il Centro «I motivi sono due: il primo di natura finanziaria, il secondo la mancanza di attenzione da parte delle istituzioni locali. Abbiamo più volte chiesto di tutelare la manifestazione, uno dei simboli dello sport regionale e patrimonio storico della città e dell’Abruzzo. Con un pizzico di delusione abbiamo registrato solo disinteresse. La scelta non è un capriccio della famiglia Ricci, ma l’amara constatazione che il Trofeo è visto solo come disturbo, anziché straordinaria opportunità».

Se si eccettuano le prove in linea e a cronometro del campionati italiani di fine giugno, saranno ben 107 i giorni che passeranno senza che si svolga in Italia una qualsivoglia gara professionistica: tanto è infatti il lasso di tempo che intercorre fra l’ultima tappa del Giro d’Italia del 29 maggio e la Coppa Bernocchi del 14 settembre.

Per avere termine di paragone, nel medesimo periodo in Francia ci saranno 53 giorni di gara (Tour compreso). E, giusto per mettere ancor più il dito nella piaga, in questo periodo i paesi che ospiteranno nel proprio territorio manifestazioni professionistiche di ciclismo sono 22 (Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera).

Archivio

La vignetta di Pellegrini