Alexis Guerin premiato a Cruseilles © Twitter
Alexis Guerin premiato a Cruseilles © Twitter

Parte il Tour de Savoie con una fuga vincente per Alexis Guérin

La prima tappa del Tour de Savoie Mont Blanc, di 145 km con partenza da St Michel de Maurienne e arrivo a Cruseilles, è stata vinta da Alexis Guérin (GSC Blagnac Vélo Sport 31). Il ventiquattrenne francese, alla sua prima vittoria stagionale, ha sorpreso, con un attacco nei 500 metri finali, i due compagni di fuga rimasti con lui e ha tagliato per primo il traguardo. In seconda posizione è arrivato Lennard Hofstede (Rabobank Development Team), mentre la terza piazza è andata a Jhonathan Narvaez (Klein Constantia), entrambi in fuga col vincitore di giornata sin dal km 32.

La fuga iniziale era composta da 12 corridori: Chris Anker Sorensen e Brice Feillu (Fortuneo-Vital Concept), Romain Campistrous e Guérin (GSC Blagnac Vélo Sport 31), Jesús Del Pino (Burgos-BH), Aurélien Paret-Peintre e Rémy Rochas (Chambéry Cyclisme Formation), Julien Antomarchi (Roubaix Lille Métropole), Hofstede, Narvaez, Patrick Lane (Avanti Cycling Team) e Pascal Eenkhoorn (BMC Development Team). I battistrada hanno raggiunto un vantaggio massimo di 2’40” sul gruppo.

Al km 85, sotto una pioggia battente, Guérin ha abbandonato i compagni di fuga e se n’è andato tutto solo in testa alla corsa. Ai -23 km Hofstede e Narvaez si sono riportati su di lui, mentre il resto dei battistrada veniva riassorbito dal gruppo. Nonostante il tentativo della BMC di riportarsi sui fuggitivi, i tre sono riusciti ad arrivare al traguardo con 33” di vantaggio. In quarta posizione Léo Vincent (CC Étupes) ha regolato il gruppo, davanti a Mathias De Vitte (VL-Technics) quinto, Bryan Nauleau (Direct Énergie) sesto, Joris Nieuwenhuis (Rabobank) settimo, Aurélien Paret-Peintre (Chambéry Cyclisme Formation) ottavo, Alexandre Pichot (Direct Énergie) nono e Nans Peters (Chambéry Cyclisme Formation) decimo.

La classifica generale è la fotocopia dell’ordine d’arrivo odierno, con Guérin, che indossa la maglia di leader, davanti a Hofstede e Narvaez. Domani la seconda tappa del Tour de Savoie porterà i corridori da Barby, dopo 118 km, a Les Désert.

Archivio

La vignetta di Pellegrini