La premiazione di Eugert Zhupa come campione albanese in linea © Twitter
La premiazione di Eugert Zhupa come campione albanese in linea © Twitter

Eugert Zhupa vince tutto in Albania. Kamyshev in Kazakistan, e si corre anche in Islanda

Doppio titolo albanese per Eugert Zhupa: il corridore della Wilier Triestina-Southeast ha vinto venerdì la prova a cronometro con 1’46” su Ylber Sefa e 4’35” su Laert Bregu. Ieri si è invece ripreso per la quarta volta in carriera il titolo in linea, con il campione uscente Redi Halilaj (Amore & Vita-Selle SMP) salito sul gradino più basso del podio.

I vicini serbi hanno hanno incoronato come campione nazionale contro il tempo Dusan Rajovic: a Erdevik ha battuto di 8″ Dusan Kalaba (Start-Vaxes) e di 15″ Stefan Stefanovic.

In Bulgaria nulla da fare per Nikolay Mihaylov: il corridore della CCC Sprandi Polkowice si deve accontentare della piazza d’onore nella cronometro di 37 km a Silven. Il successo al meno noto Aleksandar Aleksiev mentre terzo è Radoslav Konstantinov.

Nonostante l’attenzione di tutto il paese sia rivolta sulla storica cavalcata della nazionale di calcio ad Euro 2016, l’Islanda ha incoronato il proprio campione in linea: il successo è andato a Robert Gudmundsson che in uno sprint a due a Hvolsvöllur ha battuto Runar Agustsson. Terzo a 3’39” Runar Karl Elfarsson.

In Giappone è doppietta della Bridgestone Anchor: la formazione si è infatti imposta nel campionato nazionale in linea di Oshima ed ha occupato anche il secondo posto. A vincere è stato Sho Hatsuyama davanti a Ryota Nishizono, che venerdì si era aggiudicato il titolo a cronometro. Terzo a 2″ è giunto Keisuke Kimura (Shimano Racing Team).

Dopo due anni di digiuno l’Astana Pro Team torna ad avere in squadra il campione kazako in linea: ad Almaty a vincere è stato Arman Kamyshev che ha battuto Alexandr Shushemoin (Vino 4Ever-SKO) e Matvey Nikitin (Astana City).

Bis ad Hong Kong per Cheung King Lok: il corridore della Orica GreenEDGE ha conquistato in perfetta solitudine il titolo nazionale in linea per la seconda volta in carriera, dopo aver fatto suo ieri il titolo a cronometro.

Nelle Americhe si è tenuto ieri campionato a cronometro di Porto Rico: ad Arecibo il più veloce è stato, per il secondo anno di fila, Juan Martínez che ha rifilato 3’03” a Nelson Seda e 4’08” a Pedro Lajara Maldonado.

Le lancette sono state protagoniste in Perù: César Enrique Garate ha fatto suo il primo titolo nazionale a Huancayo sulla distanza di 40 km distanziando di 1’06″André Tellez e di 1’33” Federico Muñoz.

Si è corso la cronometro, sulla mini distanza di 17 km, anche a Guyana: già vincitore in passato, è ancora una volta Raynauth Jeffries che ha battuto Marlon Williams e Jamual John.

Archivio

La vignetta di Pellegrini