Il podio del campionato polacco © Tinkoff
Il podio del campionato polacco © Tinkoff

Majka esulta in Polonia, Siutsou in Bielorussia. Tra i russi è dominio Katusha

La grande giornata della Tinkoff si è prolungata anche in Polonia: il circuito di Swidnica è stato il giusto trampolino per una prova dura che ha visto arrivare assieme due elementi. A vincere lo sprint è stato il corridore più noto dei due, ossia Rafal Majka, al primo titolo nazionale. Il battuto risponde al nome dell’esperto Marek Rutkiewicz (Wibatech Fuji) mentre la volata per il terzo posto a 1’39” è andata a Sylwester Janiszewski (Wibatech Fuji). Da segnalare il venticinquesimo ed ultimo posto di Michal Kwiatkowski (Team Sky), giunto a quasi 12′ dai primi.

Monologo del Team Katusha in Russia: al campionato nazionale di Sebastopoli la formazione del World Tour ha conquistato cinque delle prime sei posizioni. A vincere è stato Pavel Kochetkov che ha preceduto Maxim Belkov, Sergei Lagutin, il campione della cronometro Sergii Chernetckii, l’intruso Artem Nych (Gazprom-RusVelo) e Aleksey Tsatevich.

Anche nei vicini (ma non così amici…) ucraini c’è stata una formazione che ha catalizzato le prime posizioni, in questo caso tre delle prime quattro. È il Kolss-BDC Team che a Bukovel ha visto tagliare per primo il traguardo Oleksandr Polivoda davanti al compagno di squadra Vitaliy Buts. Terzo Denys Kostyuk (ISD-Jorbi), quarto Andrii Bratashchuk.

In Bielorussia vittoria con margine per Kanstantsin Siutsou: a Navahrudak il corridore della Dimension Data torna a conquistare la maglia di campione nazionale in linea dopo esattamente dieci stagioni. Vi è riuscito precedendo Nicolai Shumov (General Store) e Branislau Samoilau (CCC Sprandi Polkowice).

Il campionato in linea rumeno vede la vittoria del ventottenne dilettante Marius Petrache, l’anno scorso capace di concludere secondo. Delusi di giornata i due “italiani” Serghei Tvetcov (Androni Giocattoli-Sidermec) e Eduard Grosu (Nippo-Vini Fantini), rispettivamente terzo e quarto.

Tripletta del Torku Sekerspor nella cronometro del campionato nazionale turco disputatosi ieri (ma il cui esito si è saputo solo quest’oggi): Ahmet Ökren ha battuto sui 16.2 km di gara Ferit Samli e Mustafa Sayar rispettivamente di 1’14” e 1’52”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini