John Anderson Rodríguez esulta per il successo al Tour de l'Avenir © Twitter
John Anderson Rodríguez esulta per il successo al Tour de l'Avenir © Twitter

Avenir, affondo del colombiano Rodriguez. Denz si prende la maglia gialla

Primo arrivo in salita per il Tour de l’Avenir, nella breve tappa da Scionzier a Les-Carroz-d-Arâches, solo 98 km. La vittoria va al 20enne colombiano John Anderson Rodríguez, alla prima esperienza in Europa, autore con Pavel Sivakov (Russia) e Michael Storer (Australia) dell’azione decisiva a 4 km dal traguardo. Rodríguez ha poi battuto Storer, mentre Sivakov paga 4″ sulla linea d’arrivo. Dopo Alexander Vlasov (Russia) a 16″, Alex Aranburu (Spagna) a 22″ e Aurélien Paret-Peintre (Francia) a 23″, giungeva a 29″ un gruppo piuttosto folto comprendente i nostri Carboni, Ravasi e Fabbro ed il tedesco Nico Denz, che diventa nuovo leader della corsa in virtù della crisi del leader Amund Grøndahl, vittima come molti altri atleti di un virus intestinale ed arrivato a 4’18” da Rodríguez. In crisi anche Albanese, arrivato dopo più di 7 minuti.

A tre tappe dal termine Nico Denz vanta dunque un margine di 1’40” su Van Hooydonck e Geogeghan Hart. Il miglior italiano in classifica è adesso Giovanni Carboni, tredicesimo a 2’30”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini