Eugenia Bujak vince a Plouay © UCI
Eugenia Bujak vince a Plouay © UCI

Elena Cecchini seconda al GP de Plouay: la precede solo Eugenia Bujak

Al Grand Prix de Plouay-Bretagne, prova dell’UCI World Tour femminile, è servita una volata per stabilire chi avesse l’onore di vedere il proprio nome sull’albo d’oro: a spuntarla è stata la ventisettenne Eugenia Bujak. La polacca del BTC Ljubljana mette la ciliegina su un mese di agosto che l’aveva vista trionfare in altre due occasioni alla Route de France e diventa la prima atleta del proprio paese ad imporsi in una prova del nuovo massimo circuito internazionale.

Alle sue spalle è giunta la campionessa d’Italia Elena Cecchini che dà continuità alla prove della stagione: con la vincitrice e con friulana della Canyon SRAM sale sul podio la canadese Joëlle Numainville (Cervélo-Bigla).

Completano la top 10 la polacca Katarzyna Niewiadoma (RaboLiv), la statunitense Megan Guarnier (Boels-Dolmans), la canadese Leah Kirchmann (Team Liv Plantur), la statunitense Carmen Small (Cyclance Pro Cycling), l’australiana Katrin Garfoot (Orica-AIS), l’azzurra Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) buona nona e la bielorussa Alena Amialiusik (Canyon SRAM).

Quella transalpina è stata inoltre l’ultima gara in linea della carriera di Evelyn Stevens: la statunitense è stata accompagnata al traguardo tra gli applausi delle compagne di squadra Lizzie Armitstead, Nikki Harris e Katarzyna Pawlowska.

Evelyn Stevens taglia l'ultimo traguardo della carriera da ciclista © Twitter
Evelyn Stevens taglia l’ultimo traguardo della carriera da ciclista © Twitter

Archivio

La vignetta di Pellegrini