La Valle dei Templi © Juzaphoto
La Valle dei Templi © Juzaphoto

Rinasce una corsa storica: nel 2017 ecco il Grand Tour of Sicily

Una notizia sorprendente e assai felice giunge da Palermo: dopo quarant’anni torna in calendario il Giro di Sicilia. Per la corsa, la cui prima volta risale al lontano 1907 (vinta da Carlo Galetti) e che ha visto diverse cancellazioni, si sono tenute venti edizioni, l’ultima delle quali nel 1977 (vittoria di Beppe Saronni).

Questa mattina dal capoluogo siciliano si è tenuta una conferenza stampa di presentazione del Grand Tour of Sicily, promosso e organizzato dall’assessorato regionale allo Sport. La durata prevista per la manifestazione è di otto giorni nei quali si disputeranno le gare riservate agli élite uomini e alle élite donne (ciascuna di sei tappe) e due prove riservate rispettivamente a cicloamatori e a diversamente abili e affetti da diabete mellito.

Con l’assessore regionale Anthony Barbagallo erano presenti all’appuntamento tre membri del comitato organizzativo del Tour, che può contare anche sull’ex ministro britannico dello sport Richard Carbon: il responsabile internazionale Chung Su-Ri, il responsabile marketing Guy Masterman e il consulente tecnico James Hope-Gill.

Le probabili date dell’evento vanno dal 7 al 15 ottobre 2017, ma il calendario definitivo verrà rivelato il 28 febbraio, quando verrà completato il dossier all’UCI. Previsti passaggi per Siracusa, Pantalica, Noto, la Valle dei Templi e nei borghi di Gangi, Montalbano Elicona e Sambuca di Sicilia. Il progetto mira ad incentivare i rapporti diretti della Sicilia con la Corea del Sud e, per questo motivo, saranno della partita alcune formazioni asiatiche.

Archivio

La vignetta di Pellegrini