A fine 2017 via ai lavori per il Velodromo di Treviso © Federciclismo
A fine 2017 via ai lavori per il Velodromo di Treviso © Federciclismo

Velodromo di Treviso, via ai lavori a fine anno: sarà pronto nel 2019

È stata firmata ieri, presso il notaio Elio Bergamo a Roma, da parte del Presidente FCI, Renato Di Rocco, e il Presidente di Pessina Costruzioni, Massimo Pessina, la convenzione-concessione per la realizzazione dell’impianto coperto a Treviso. Presenti anche il Segretario Generale della FCI Maria Cristina Gabriotti e l’ing. Francesco Nobile per Pessina Costruzioni.

“Questo atto formale – ha detto il Presidente Di Rocco visibilmente soddisfatto – sugella la nascita del secondo impianto coperto dedicato al ciclismo. Un obiettivo raggiunto grazie alla determinazione della Federazione e alla buona volontà di tutti i soggetti coinvolti. L’idea di poter preparare le prossime Olimpiadi e ospitare un evento di spessore internazionale su un nuovo e moderno impianto ci emoziona e inorgoglisce”.

“È per noi una grande soddisfazione l’aver sottoscritto quest’accordo per la realizzazione del Velodromo di Treviso”, dichiara Massimo Pessina, Presidente di Pessina Costruzioni. “Una struttura da molto tempo attesa dalla Federazione, dai ciclisti e da tutti gli appassionati di questo sport. Sarà un Velodromo all’avanguardia sia dal punto di vista architettonico che dei materiali, unico esempio in Italia di questo livello e con questa capienza. È per noi e la nostra società sarà una grande sfida perché oltre alla costruzione avremo il compito di gestire la struttura. E ci prepariamo fin da subito ad ospitare gare nazionali ed internazionali di altissimo livello”.

Con la firma di oggi è giunto a termine un complesso iter burocratico che ha permesso alla Federazione di individuare la società in grado di progettare, costruire e gestire l’impianto di Spresiano.
 Il Velodromo avrà le caratteristiche di un impianto di categoria 1, secondo la normativa UCI, con capacità fino a 6.000 posti e sarà idoneo allo svolgimento di manifestazioni di livello superiori quali Campionati del Mondo e competizioni Olimpiche. Il progetto godrà di un finanziamento pubblico e verrà realizzato secondo le norme della finanza di progetto, con assunzione da parte dell’aggiudicatario dell’obbligo di gestione per 50 anni durante i quali l’impianto sarà gratuitamente a disposizione della FCI per 150 giorni l’anno.

Pessina Costruzioni, società leader in Italia e all’estero nelle costruzioni, sia di edilizia pubblica che di quella privata e tra le principali realtà nazionali nel project financing, sarà impegnata, inoltre, anche nell’organizzazione di una serie di manifestazioni internazionali e nazionali nei cinque anni successivi alla realizzazione dell’impianto, a cominciare dai Mondiali Assoluti di Pista.
 I tempi dell’accordo prevedono 9 mesi dedicati alla progettazione e 18 mesi per la realizzazione dei lavori. In base alla convenzione -concessione, quindi, i lavori dovrebbero iniziare a fine 2017 per concludersi entro la primavera del 2019, in tempo per ipotizzare una preparazione in vista delle Olimpiadi di Tokyo.

(Comunicato stampa)

Archivio