Jos van Emden esulta dopo il successo alla Dwars door West Vlaanderen
Jos van Emden esulta dopo il successo alla Dwars door West Vlaanderen

Dwars door West-Vlaanderen, Jos Van Emden è un treno che va di traverso a Silvan Dillier

Meritata vittoria per Jos Van Emden alla Dwars door West-Vlaanderen, corsa intitolata da quest’anno a Johan Museeuw. L’olandese della LottoNL-Jumbo ha battuto in uno sprint a due lo svizzero Silvan Dillier della BMC; terzo il danese Lasse Norman Hansen dell’Aqua Blue Sport.

La corsa (203 km) si è infiammata abbastanza presto coi ventagli, poi sul circuito finale intorno a Ichtegem è stato Hansen a rompere gli indugi ai -50, uscendo da un gruppetto di 5 comprendente Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Pieter Serry (Quick-Step Floors), Dillier e Victor Campenaerts (LottoNL-Jumbo). Sul danese si sono portati presto altri sette uomini, con un Guillaume Van Keirsbulck (Wanty-Groupe Gobert) in grande spolvero. Gli altri erano ancora Dillier, Jens Debusschere (Lotto Soudal), Twan Castelijns  e Van Emden (LottoNL-Jumbo), Elmar Reinders (Roompot-Nederlandse Loterij) e Jan-Willem Van Schip (Delta Cycling).

Questo drappello è sfuggito al controllo del gruppo principale in cui il lavoro di Cofidis e Quick-Step è risultato insufficiente per rintuzzare l’attacco, e all’inizio del penultimo giro del circuito, ai -25, Van Emden ha allungato con decisione. Sulle sue piste si è portato Dillier, e la coppia ha proceduto in perfetto accordo. O meglio, l’accordo prevedeva che a tirare nel 90% del tempo fosse l’olandese della LottoNL…

Comunque il margine è cresciuto e si è sostanziato sui 40″, finché dal drappello dietro non è emerso sul Keiberg (muretto in pavé all’inizio del circuito) un brillantissimo Hansen (ai -12), che tutto solo ha dimezzato il gap dai primi nel giro di due chilometri, mentre nel gruppetto perdeva contatto Van Schip e in compenso rientravano De Buyst e Jesper Asselman (Roompot).

Quando ai -7 Hansen ha abbassato il distacco fino a 16″, Dillier ha iniziato a contribuire con maggior convinzione lì davanti, e la coppia ha messo al sicuro il risultato. Nell’ultimo chilometro Van Emden ha lasciato in testa l’avversario e l’ha fulminato lanciando lo sprint ai 200 metri (e Dillier l’ha presa malissimo, rincantucciandosi come un bimbetto dietro a una transenna dopo l’arrivo e rifiutando l’abbraccio del collega). Terzo ha chiuso il bravo Hansen a 11″, quindi a 33″ De Buyst ha preceduto Van Keirsbulck e Asselman (i tre si erano avvantaggiati ai 2 km). Top ten completata da Debusschere a 43″ su Reinders, Castelijns a 47″ e Iljo Keisse (Quick-Step) a 1’16”.

La Napoleon Games Cup (di cui questa corsa era la seconda tappa) vede ancora in testa Guillaume Van Keirsbulck, vincitore della prima tappa, Le Samyn.

 

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile