Filippo Ganna con il ct Marco Villa e il tecnico del centro studi Diego Bragato © Twitter
Filippo Ganna con il ct Marco Villa e il tecnico del centro studi Diego Bragato © Twitter

Mondiale pista, altra medaglia per l’Italia: Filippo Ganna centra la finale nell’inseguimento

Dal Mondiale su pista di Hong Kong continuano a giungere ottime notizie. Merito, stavolta, di Filippo Ganna: il verbanese, impegnato nella qualificazione dell’inseguimento individuale, ha fermato il cronometro in 4’14″647, tempo che gli vale il secondo posto nelle batterie. E che gli permette di andare a giocarsi la medaglia d’oro nella finale contro l’australiano Jordan Kerby.

Costui si è reso protagonista di una prestazione sensazionale: l’ex stradista della Drapac si è esibito in 4’12″172, che rappresenta la terza prestazione di tutti i tempi. Meglio di lui solo Jack Bobridge con 4’10″534 nel 2011 e Chris Boardman con 4’11″114″ nel 1996.

L’atleta dello UAE Team Emirates potrà così provare a difendere l’oro nella specialità conquistato un anno fa. La finale si svolgerà oggi pomeriggio a partire dalle 14.45 ora italiana. Verrà preceduta dalla finale per il bronzo, che metterà di fronte l’australiano Kelland O’Brien (4’15″794) e il francese Corentin Ermenault (4’17″543).

Altri due gli azzurri impegnati: Liam Bertazzo ha concluso con il tempo di 4’24″561 in diciassettesima posizione mentre il debuttante Carloalberto Giordani si è piazzato ventiquattresimo con 4’32″045.

Ciclismo in Tv

Archivio