Tour de Bretagne, sesta tappa a Gesbert. Nei 10 Vendrame e Turrin

La sesta tappa del Tour de Bretagne, disputata tra Montaubane de Bretagne e Pontivy sulla distanza di 160.9 km, ha fatto felici i suiveur di casa. Ad imporsi è stato Elie Gesbert; il ventunenne di Saint Brieuc è evaso dal gruppo con quattro colleghi attorno ai meno 20 km, andando a riprendere i battistrada Logan Owen (Nazionale statunitense), Julius van den Berg (SEG Racing Academy) e Eugert Zhupa (Wilier Triestina-Selle Italia).

Una volta formatosi il drappello al comando, Gesbert è riuscito a effettuare un nuovo tentativo attorno ai meno 7 km, e tale allungo è stato quello decisivo. Il portacolori della Fortuneo-Vital Concept è giunto con 6″ di margine sugli inseguitori. Il secondo posto è stato di Zhupa, che ha avuto la meglio su Owen, su Alexander Wetterhall (Team Tre Berg-Postnord), su Emiel Planckaert (Lotto Soudal Under 23), su van den Berg e su Julien Guay (Sojasun espoir-ACNC).

Ottavo a 10″ Neilson Powless (Nazionale statunitense), quindi due azzurri a chiudere la top 10. A 15″ è giunto Andrea Vendrame (Androni Giocattoli-Sidermec) e a 17″ Alex Turrin (Wilier Triestina-Selle Italia). Il gruppo è giunto a 25″ e comprende il leader Maxime Cam (Côtes d’Armor-Marie Morin), che conserva la vetta della graduatoria.

Il ventiquattrenne addirittura aumenta il margine sul primo inseguitore, ora il norvegese Andreas Skaarsaeth (Joker-Icopal), distante 1’14”. Domani frazione conclusiva di 145.4 km da Saint-Brice-en-Coglès e Fougères.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile