L'arrivo vincente di Weening a Lillehammer © Twitter
L'arrivo vincente di Weening a Lillehammer © Twitter

Il Norway è ancora terreno per Weening: scalzato Boasson Hagen a Lillehammer

Anche quest’anno sarà Pieter Weening vs. Edvald Boasson Hagen: fu il duello del Tour of Norway 2016, che si decise a favore dell’olandese. E anche quest’anno l’attempato capitano della Roompot sembra aver messo a segno l’azione decisiva, vincendo la tappa più dura da Hamar a Lillehammer.

Decisiva la salita di Kanthaugen, affrontata tre volte, l’ultima a 20 km dal traguardo: rompe gli indugi Sander Armée (Lotto Soudal), particolarmente in forma in questo periodo, lo segue il leader Boasson Hagen (Dimension Data), poi Simon Gerrans, Robert Power (Orica Scott), Andreas Vangstad (Team Sparebanken) e proprio Peter Weening. 

Non c’è molta collaborazione tra i 6, che comunque arrivano assieme alle porte di Lillehamer. Weening rompe gli indugi a 2 km dall’arrivo, resistendo al rientro dei compagni di fuga e del gruppo. Secondo Armée (ancora in cerca del primo successo professionistico) a 2″, Gerrans terzo a 4″ e Vangstad quarto a 7″, assieme alle prime avvisaglie del gruppo inseguitore. Male nel finale Edvald Boasson Hagen, che scoppia finendo in 14esima posizione e accusando 16″.

La nuova generale vede dunque Weening comandare con 6″ su Armée e Gerrans, mentre Boasson Hagen scivola in quarta posizione a 12″; mancano però altre due tappe non facile e il padrone di casa ha dalla sua il vantaggio degli abbuoni.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile