Alexander Evtushenko qui vincente alla Vuelta a Castilla y León © EFE
Alexander Evtushenko qui vincente alla Vuelta a Castilla y León © EFE

Arriva la fuga nella prima del GP Beiras: si impone il russo Evtushenko

Pur essendo solo alla prima tappa, pare aver preso già una certa piega il GP Beiras e Serra da Estrela. Nella prova portoghese, che ora ha affrontato la Penamacor-Celorico da Beira di 199 km, quattro corridori hanno formato attorno a metà frazione un attacco capace di giungere sul traguardo con un consistente margine.

A vincere, grazie ad una sparata nel finale, è stato Alexander Evtushenko. Il russo, ex Gazprom e ora alla Lokosphinx, in stagione aveva già conquistato la frazione inaugurale della Vuelta a Castilla y León; il ventitreenne ha distanziato di 5″ lo spagnolo Jesús Del Pino (Efapel), il portoghese Ricardo Mestre (W52-FC Porto) e lo spagnolo Beñat Txoperena (Euskadi Basque Country-Murias).

Il primo degli inseguitori a 2’56” è il tedesco Nikodemus Holler (Bike Aid), il quale è partito al contrattacco attorno ai meno 35 km dal termine. Il gruppo è invece giunto a 3’38” ed è stato regolato dallo spagnolo Marcos Jurado (Burgos BH) sul connazionale Samuel Blanco (LA Alumínios); completano la top 10 il portoghese Daniel Mestre (Efapel) e gli spagnoli Raúl Alarcón (W52-FC Porto) e Vicente García de Mateos (Louletano-Hospital de Loulé).

Domani tappa di 192 km da Fornes de Algodres a Trancoso con un finale in leggerissima ascesa.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile