Jolien D'Hoore vince a Londra © OVO Energy Women's Tour
Jolien D'Hoore vince a Londra © OVO Energy Women's Tour

Il Women’s Tour si chiude nel segno di D’Hoore. Generale a Niewiadoma

L’ultima frazione dell’OVO Energy Women’s Tour si è disputata nella capitale britannica. Nel circuito londinese di 62 km si è giunti ad uno sprint che ha visto prevalere Jolien D’Hoore; la belga della Wiggle High5 agguanta la sesta affermazione del 2017. Con lei sul podio di giornata salgono la britannica Hannah Barnes (Canyon SRAM) e la lussemburghese Christine Majerus (Boels-Dolmans).

Tanta Italia in top 10. Sesta Marta Bastianelli (Alé Cipollini), settima Giorgia Bronzini (Wiggle High5), nona Elena Cecchini (Canyon SRAM) e decima Alice Maria Arzuffi (Lensworld-Kuota). Gli altri piazzamenti sono quelli della francese Roxane Fournier (FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope) quarta, della britannica Katie Archibald (Team WNT Pro Cycling) quinta e dell’olandese Anna van der Breggen (Boels-Dolmans) ottava.

In classifica vittoria per Katarzyna Niewiadoma; la polacca della WM3 Pro Cycling ha sfruttato al meglio il successo nella tappa inaugurale, mantenendo sempre con tranquillità la cima della graduatoria. Con lei sul podio la Majerus, distante 1’18”, e a 1’30”, la Barnes, che grazie all’abbuono odierno conquista la terza piazza.

A seguire hanno terminato la canadese Leah Kirchmann (Team Sunweb) a 1’36”, l’olandese Ellen van Dijk (Team Sunweb) a 1’39”, la britannica Alice Barnes (Drops) a 1’47”, la sudafricana Ashleigh Moolman (Cervélo-Bigla) a 1’53”, la danese Cecilie Uttrup Ludwig (Cervélo-Bigla) a 1’59”, la britannica Danielle King (Cylance) a 2′ e l’azzurra Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) a 2’01”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile