Giampaolo Caruso all'arrivo della Liège-Bastogne-Liège 2014 © Tim De Waele
Giampaolo Caruso all'arrivo della Liège-Bastogne-Liège 2014 © Tim De Waele

L’UCI squalifica per 2 anni Giampaolo Caruso. Dopo quasi 2000 giorni dalla positività

Alla buon’ora, verrebbe da dire. L’UCI ha comunicato oggi, 16 giugno 2017, che il proprio tribunale antidoping ha squalificato Giampaolo Caruso per una positività annunciata il 18 agosto 2015, giorno in cui iniziò la sospensione per l’allora atleta del Team Katusha.

Il siciliano fu trovato positivo, esito poi confermato dalle controanalisi, all’EPO in un controllo effettuato fuori competizione… il 27 marzo 2012! Sono dunque trascorsi la bellezza di 1907 giorni dal misfatto. Caruso è stato squalificato per 2 anni ma, scontando il periodo di sospensione provvisoria, potrà tornare in gara fra due mesi, ossia a partire dal prossimo 17 agosto. Il nativo di Avola avrà allora 37 anni e sarà da vedere se vorrà tornare a pedalare e se, soprattutto, qualche team gli sottoporrà una proposta.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile