Il podio dei campionati britannici a cronometro © British Cycling
Il podio dei campionati britannici a cronometro © British Cycling

Campionati nazionali, super Cummings in GB. Tutto ok per Boasson Hagen e Mullen

Nella quarta tappa della Vuelta al País Vasco, ad inizio aprile, era caduto rovinosamente riportando diverse fratture. Da allora Stephen Cummings non aveva più gareggiato; due mesi e mezzo dopo l’esperto corridore ha conquistato, per la prima volta in carriera, il titolo britannico a cronometro. Nel percorso dell’Isola di Man il trentaseienne del Team Dimension Data ha fatto registrare un parziale di 57’18”, battendo per 9″ il cinque volte campione nazionale Alex Dowsett (Movistar Team). Terzo posto, distante a 51″, per l’interessante James Gullen (JLT Condor).

La formazione sudafricana del World Tour continua a sorridere anche in Norvegia. Nei 43 km di Trondheim Edvald Boasson Hagen infila la nona; tante sono infatti le sue affermazioni nelle prove contro il tempo dei campionati nazionali. Il trentenne ha preceduto di 1’07” Andreas Vangstad (Team Sparebanken Sør), al quarto podio di fila, e di 1’19” Kristoffer Skjerping (Joker Icopal).

Nella vicina Danimarca, a Billund, bis per Michael Toft Madsen. Questo trentaduenne della piccola Continental BHS Almeborg-Bornholm si esalta in questo tipo di prove ed oggi si è imposto con 13″ sul giovane Kasper Asgreen (Team Veloconcept) e 1’08” su Mikkel Bjerg (Team Giant-Castelli). Prestazioni molto deludenti per i professionisti: quarto Søren Kragh Andersen (Team Sunweb), sesto Lasse Norman Hansen (Aqua Blue Sport), nono Christopher Juul Jensen (Orica-Scott), undicesimo Mads Würtz Schmidt (Team Katusha-Alpecin) e tredicesimo Mads Pedersen (Trek-Segafredo).

In Irlanda, nei 34 km di Wexford, torna ad incoronarsi campione Ryan Mullen. Il corridore della Cannondale-Drapac, vincitore nel 2015 e terzo un anno fa, ha la meglio su chi lo batté nel 2016, ossia Nicolas Roche (BMC Racing Team). Terzo posto per l’esperto Ian Richardson, attivo a livello dilettantistico.

Un risultato infine anche dall’America Centrale. In Costa Rica, precisamente a Pérez Zeledón, al termine dei 41 km dell’esercizio, il migliore di tutti è stato Bryan Salas; il corridore della Nestlé-7C-Giant ha concluso in 57′ netti, battendo di 1’25” Gabriel Marín (Frijoles Tierniticos) e di 1’46” Minor Rojas (Grupo Colono).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile