Jolien D'Hoore ancora sul podio più alto in Belgio © Twitter
Jolien D'Hoore ancora sul podio più alto in Belgio © Twitter

D’Hoore forza 4 in Belgio. In Lussemburgo Majerus a quota 27! Bene Covrig in Romania

Ad Anversa, nello sprint valido per il titolo di campionessa in linea del Belgio, torna ad indossare il tricolore Jolien D’Hoore. Già vincitrice nel 2012, nel 2014 e nel 2015, la ventisettenne della Wiggle High 5 è risultata imbattibile per le altre; per il quarto anno consecutivo l’argento va a Lotte Kopecky (Lotto Soudal). Terzo posto per Kelly Druyts (Sport Vlaanderen) mentre quarta la forte crossista Sanne Cant.

Ventisettesimo titolo nazionale in carriera per Christine Majerus. La forte atleta della Boels-Dolmans diventa, per l’undicesima volta, campionessa in linea del Lussemburgo. In più nel suo palmares può contare otto affermazioni a cronometro e sette nel ciclocross. La trentenne ha preso ed è arrivata tutta sola sul traguardo del Granducato. Secondo posto per Elise Maes (Team WNT).

Nella notte, in Canada, si è svolta la prova femminile in linea. Nella capitale Ottawa si è assistito ad uno sprint fra dieci elementi; a primeggiare è stata Allison Beveridge, al primo alloro della carriera. Alle spalle della ventiquattrenne della Rally Cycling si è piazzata la sua compagna di squadra Kirsti Lay e Alison Jackson (BePink-Cogeas).

In Romania, tutto facile per Ana Maria Covrig che, dopo il titolo in linea, si prende anche quello a cronometro. La ventiduenne della Top Girls Fassa Bortolo ha battuto per 2’15” Marike Tache e per 4’14” Estera Coteata. A El Salvador, nel percorso di 19.3 km, nuovo titolo per Evelyn García. La trentaquattrenne, già vista in Italia, ha rifilato 4’56” a Lucrecia Figueroa e 5’01” a Xenia Estrada.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile