La gioia di Bryan Alaphilippe, vincitore alla Volta a Portugal della terza tappa © Twitter
La gioia di Bryan Alaphilippe, vincitore alla Volta a Portugal della terza tappa © Twitter

Volta a Portugal, il fratello d’arte Bryan Alaphilippe vince a Bragança. Quinto Tizza

La terza tappa in linea della Volta a Portugal da Figueira de Castelo Rodrigo a Bragança per 162 km si è conclusa con un arrivo in volata; ad imporsi è stato Bryan Alaphilippe (Armée de Terre). Per il fratello del più noto Julian si tratta della prima affermazione a livello internazionale.

Tanti gli attacchi nella prima parte di gara per tentare la fuga di giornata, ma per l’attacco buono abbiamo dovuto aspettare circa 100 km quando a 6 0km dalla fine in 3 hanno lasciato il gruppo: Antonio Di Sante (GM Europa Ovini) Mikel Bizkarra (Euskadi Basque Country-Murias) e Guy Sagiv (Israel Cycling Academy) che hanno avuto un vantaggio massimo di 2’15”.

I fuggitivi vengono ripresi nei km finali con lo spagnolo Bizkarra ultimo a rialzarsi, mentre il gruppo si prepara alla volata. Che viene vinta dal francese Bryan Alaphilippe (Armée de Terre) seguito dal lettone Krists Neilands (Israel Cycling Academy) e dal portoghese Daniel Mestre (Efapel). Buon quinto posto per il primo italiano, il lombardo Marco Tizza (GM Europa Ovini)

Invariata la classifica, con lo spagnolo Raúl Alarcón (W52-FC Porto) che precede il connazionale Alejandro Marque (Sporting-Tavira) di 6″. Rinaldo Nocentini (Sporting-Tavira) è quarto a 16″ mentre Davide Rebellin (Kuwait-Cartucho.es) è decimo a 32″.

Domani quinta tappa, partenza da Macedo de Cavaleiros con arrivo in salita a a Mondim de Basto sulla salita di prima categoria (11 km) dell’Alto da Senhora da Graça, per un totale di 152 km.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini




Versione stampabile