La gioia di Bryan Alaphilippe, vincitore alla Volta a Portugal della terza tappa © Twitter
La gioia di Bryan Alaphilippe, vincitore alla Volta a Portugal della terza tappa © Twitter

Volta a Portugal, il fratello d’arte Bryan Alaphilippe vince a Bragança. Quinto Tizza

La terza tappa in linea della Volta a Portugal da Figueira de Castelo Rodrigo a Bragança per 162 km si è conclusa con un arrivo in volata; ad imporsi è stato Bryan Alaphilippe (Armée de Terre). Per il fratello del più noto Julian si tratta della prima affermazione a livello internazionale.

Tanti gli attacchi nella prima parte di gara per tentare la fuga di giornata, ma per l’attacco buono abbiamo dovuto aspettare circa 100 km quando a 6 0km dalla fine in 3 hanno lasciato il gruppo: Antonio Di Sante (GM Europa Ovini) Mikel Bizkarra (Euskadi Basque Country-Murias) e Guy Sagiv (Israel Cycling Academy) che hanno avuto un vantaggio massimo di 2’15”.

I fuggitivi vengono ripresi nei km finali con lo spagnolo Bizkarra ultimo a rialzarsi, mentre il gruppo si prepara alla volata. Che viene vinta dal francese Bryan Alaphilippe (Armée de Terre) seguito dal lettone Krists Neilands (Israel Cycling Academy) e dal portoghese Daniel Mestre (Efapel). Buon quinto posto per il primo italiano, il lombardo Marco Tizza (GM Europa Ovini)

Invariata la classifica, con lo spagnolo Raúl Alarcón (W52-FC Porto) che precede il connazionale Alejandro Marque (Sporting-Tavira) di 6″. Rinaldo Nocentini (Sporting-Tavira) è quarto a 16″ mentre Davide Rebellin (Kuwait-Cartucho.es) è decimo a 32″.

Domani quinta tappa, partenza da Macedo de Cavaleiros con arrivo in salita a a Mondim de Basto sulla salita di prima categoria (11 km) dell’Alto da Senhora da Graça, per un totale di 152 km.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile