Nicola Conci vince il Gp Sportivi di Poggiana © Riccardo Scanferla - Photors
Nicola Conci vince il Gp Sportivi di Poggiana © Riccardo Scanferla - Photors

In sei per il titolo al Gp Sportivi di Poggiana: Nicola Conci supera Storer e Nych

Grande spettacolo nella 42ª edizione del GP Sportivi di Poggiana disputato oggi sulle strade del Trevigiano. Nel corso della seconda ascesa al Gpm di Cavaso del Tomba, a circa 65 km dalla conclusione dei 169.6 km in programma, si sono involati cinque elementi. Si tratta di Andrea Cacciotti (Hopplà Petroli Firenze), Nicola Conci (Zalf Euromobil Désirée Fior), Matteo Fabbro (Cycling Team Friuli), Artem Nych (Russia) e Alexander Vlasov (Viris Maserati-Sisal Matchpoint).

Il quintetto collabora, transitando ai meno 45 km, nella nuova ascesa di Cavaso del Tomba con 2’10” sul plotone. Dal quale sono evasi Filippo Rocchetti (Zalf Euromobil Désirée Fior) e Michael Storer (Mitchelton Scott). L’australiano riesce a distanziare il corridore marchigiano nel corso della Forcella Mostaccin mentre davanti per qualche momento Conci e Fabbro guadagnano qualche secondo. Allo scollinamento i cinque passano con 1’05” su Storer, 1’20” su Rocchetti e 2’10” sul gruppo.

Storer prova in tutti i modi a ricongiungersi con la testa della corsa, riuscendo a portarsi a soli 15″ ai meno 10 km. E l’australiano porta a termine il suo fantastico sforzo ai meno 8 km, dato che il gruppo, tirato dal Team Colpack, insegue a 1’50”. Si arriva così in volata, nonostante un tentativo di anticipo da parte di Nych.

Ad avere la meglio è Nicola Conci; per il ventenne trentino della Zalf si tratta del secondo successo stagionale, dopo il Trofeo Città di San Vendemiano. Seconda posizione per un fantastico Michael Storer, vincitore un anno fa ma altrettanto da applausi quest’anno. Terzo gradino del podio per Artem Nych.

Quarto Alexander Vlasov, quinto Matteo Fabbro e sesto Andrea Cacciotti. Il gruppo, giunto a 45″, è stato regolato dal britannico Ethan Hayter (Gran Bretagna), che ha avuto la meglio su Giacomo Garavaglia (Viris Maserati-Sisal Matchpoint), su Alessandro Fedeli (Team Colpack) e sul bielorusso Aleksandr Riabushenko (Team Palazzago Amarù).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile