Il podio finale dell'Olympia's Tour © Olympia's Tour
Il podio finale dell'Olympia's Tour © Olympia's Tour

Olympia’s Tour, l’ultima è di Mobach. Generale a Eenkhoorn, sesto Affini

L’ultima tappa dell’Olympia’s Tour è stata, come da previsioni, la più combattuta dell’intera settimana batava. I 173.3 km della Margraten-Noorbeek hanno premiato Jarno Mobach, interessante primo anno del Development Team Sunweb. Il diciannovenne olandese ha attaccato nel finale di giornata, riuscendo a prendersi la prima vittoria a livello UCI.

Ritardo di 9″ per Pascal Eenkhoorn (BMC Development Team), Stan Dewulf (Lotto Soudal under 23), Julius van den Berg (SEG Racing Academy) e Pavel Sivakov (BMC Development Team). Ritardo di 18″ per Sjoerd Bax (Delta Cycling Rotterdam) mentre a 20″ ha concluso Hans Kristian Rudland (Uno-X Hydrogen). Chiudono la top 10 Marco Doets (Baby-Dump Cyclingteam) a 29″, Erik Resell (Uno-X Hydrogen) e Ruben Apers (Lotto Soudal under 23) a 38″.

La classifica generale è stata conquistata da Pascal Eenkhoorn. L’olandese, prossimo professionista con il Team LottoNL-Jumbo, ha preceduto di 16″ il compagno Sivakov e di 18″ Dewulf. Quarto a 24″ van den Berg, quinto a 40″ Rudland mentre il sesto posto a 1’08” è per l’unico azzurro in gara, il mantovano Edoardo Affini (SEG Racing Academy).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile