Ahmet Örken saluta il pubblico sul palco © Twitter
Ahmet Örken saluta il pubblico sul palco © Twitter

Cade una barriera storica: la Israel Cycling Academy ingaggia un musulmano, il turco Örken

Spesso lo sport è più avanti della politica internazionale. E anche quello odierno è un caso. Vero, le relazioni fra Israele e Turchia sono decisamente buone. C’è però da dire che quella oggi effettuato ufficialmente dalla Israel Cycling Academy è un passo storico. La squadra israeliana, principale candidata a ottenere una wildcard per il prossimo Giro d’Italia che partirà da Gerusalemme, ha ingaggiato un corridore di religione musulmana.

Si tratta di Ahmet Örken, più che valido velocista turco in forza alla Torku Sekerspor. Il ventiquattrenne ha vinto in stagione in quattro occasioni, fra cui due tappe del Tour of Qinghai Lake. Nella prossima stagione l’anatolico sarà quindi impegnato in prove professionistiche, cercando di confermare le buone prestazioni mostrate sinora.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile