Mark Cavendish © Stiehl Photography
Mark Cavendish © Stiehl Photography

Accordo UCI-Sagan sui fatti del Tour, la Dimension Data chiede spiegazioni

In risposta all’annunciato accordo tra l’Unione Ciclista Internazionale e Peter Sagan e la Bora-Hansgrohe sulla squalifica del corridore slovacco dall’ultimo Tour de France, il Team Dimension Data ha emesso un comunicato stampa dichiarando che scriverà ai vertici di Aigle per chiedere spiegazioni più dettagliate rispetto alle dichiarazioni di ieri.

Questo il commento del team principal Douglas Ryder: «Noi vogliamo che tutte le squadre, corridori e squadre, lavorino assieme per rendere le corse più sicure e gradevoli. Abbiamo capito che la disputa era sul processo che ha impedito alla Bora-Hansgrohe di esporre il caso davanti alla giuria di corsa. Ad ogni modo, in seguito all’annuncio dell’accordo sembra che l’indagine abbia portato anche ad una revisione dell’incidente di corsa stesso: essendo noi la squadra il cui corridore ha sofferto le conseguenze peggiori dalla caduta, siamo molto sorpresi dal non essere stati coinvolti nell’inchiesta». Il Team Dimension Data ha inoltre voluto ribadire che il suo corridore Mark Cavendish non ha avuto alcun ruolo nella caduta.

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Ciclismo in Tv

Non ci sono eventi imminenti.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile