Rohan Dennis si lancia nella cronometro di Gerusalemme al Giro d'Italia © LaPresse
Rohan Dennis si lancia nella cronometro di Gerusalemme al Giro d'Italia © LaPresse

Dennis: «Ho dato il massimo, Tom è un campione»

Le dichiarazioni dopo la tappa di Gerusalemme. Dumoulin: «Felice di iniziare in questo modo»

TOM DUMOULIN (Team Sunweb)
«Mi sentivo veramente bene e lo si è visto. Ho fatto a tutta le curve, anche quelle insidiose, rilanciando subito dopo e pedalando a fondo anche in discesa. Non pianifichiamo di difendere ogni giorno la maglia rosa perché il Giro è veramente lungo e difficile: ci godiamo ogni giorno con questa maglia e siamo felici di avere iniziato al meglio questa avventura. È veramente la partenza perfetta: abbiamo lavorato con tanto impegno per essere al top nella cronometro e tutto è andato per il meglio»

ROHAN DENNIS (BMC Racing Team)
«Sono completamente senza forze, ho dato tutto me stesso nella prova che mi ha totalmente sfibrato. Il tracciato era tecnicamente esigente ed era difficile prendere e tenere il giusto ritmo lungo tutto il percorso pieno di saliscendi. Ho dato il massimo e sono felice di come mi sono comportato quest’oggi anche se non è arrivata la vittoria. Sapevo che Tom sarebbe stato il grande avversario di giornata mentre mi ha sorpreso il livello mostrato da Campenaerts. Non potevo fare nulla di più e venir battuto da un campione come lui testimonia comunque la buona prova che ho fatto»

CHRISTOPHER FROOME (Team Sky)
«Non ho basato il mio piano di vittoria al Giro sulle cronometro, per cui mi aspettavo un miglior risultato di Dumoulin rispetto al mio. Stamattina sono caduto perché ho perso la ruota anteriore in una curva, mentre andavo tra i 20 e i 30 km/h: vedendo quanto accaduto a Siutsou posso dirmi fortunato di non essermi fatto male. Il Giro è lungo e c’è tempo per recuperare terreno»

FABIO ARU (UAE Team Emirates)
«Complimenti a Tom che ha guadagnato come da previsioni. Io non ho preso tanti rischi dato il percorso insidioso. Comunque sia sono felice che il Giro sia iniziato e davanti a noi rimangono 20 giorni molto impegnativi. Sono felice dell’ottimo risultato di Valerio Conti: nonostante abbia avuto un infortunio in febbraio si è preparato veramente bene. Sono sicuro che mi darà una grande mano»

SIMON YATES (Mitchelton-Scott)
«Nella ricognizione abbiamo capito che sarebbe stata una cronometro difficile e adatta anche ai non specialisti e questo mi ha dato un bel morale. La strada era alquanto scivolosa e sono stato attento ad evitare rischi. Si tratta della mia prima top 10 in una prova contro il tempo e questo risultato mi dà un gran morale dato l’impegno messo negli ultimi mesi per migliorare. Sono sorpreso di aver guadagnato su quasi tutti i rivali dato che mi aspettato di perdere da loro, ma gli strappetti sono molto adatti alle mie caratteristiche»

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile