Marc Sarreau esulta per il successo alla 4 Jours de Dunkerque © Thomas Maheux
Marc Sarreau esulta per il successo alla 4 Jours de Dunkerque © Thomas Maheux

La 4 Jours de Dunkerque si apre nel segno della Groupama-FDJ: quinta stagionale per Sarreau

La tappa inaugurale della 4 Jours de Dunkerque, disputata tra Dunkerque e La Bassée sulla distanza di 163.5 km, è stata caratterizzata da una fuga a tre tutta francese. Presenti Romain Combaud (Delko Marseille Provence KTM), Pierre Idjouadiene (Roubaix Lille Métropole) e Jérémy Lecroq (Vital Concept Cycling Club). La loro azione è stata annullata a 12 km dal termine, con le compagini dei velocisti di maggior spicco, ossia Cofidis, Groupama-FDJ e Lotto Soudal, a lavorare a fondo.

Si è così giunti allo sprint a ranghi compatti dove a imporsi è Marc Sarreau. Il talentuoso francese conquista in maniera netta la quinta affermazione stagionale, continuando così a crescere di valore nel panorama degli sprinter. Il ventiquattrenne della Groupama-FDJ ha preceduto i connazionali Bryan Coquard (Vital Concept Cycling Club) e Rudy Barbier (AG2R La Mondiale).

Seguono il neerlandese Wouter Wippert (Roompot-Nederlandse Loterij), i belgi Timothy Dupont (Wanty-Groupe Gobert) e Jonas Rickaert (Sport Vlaanderen-Baloise), il francese Damien Touzé (St Michel-Auber 93), il belga Jasper De Buyst (Lotto Soudal), il francese Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits) e il neerlandese Coen Vermeltfoort (Roompot-Nederlandse Loterij).

A 150 metri dalla conclusione da segnalare un inconveniente che ha coinvolto, tanto per cambiare, Nacer Bouhanni. Il nativo di Épinal è rimasto chiuso da Eduard Grosu: il francese ha provato a trovare spazio rifilando una mezza testata allo sprinter della Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini, non riuscendo comunque a effettuare una volata di qualità.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile