Tom Dumoulin impegnato nella crono al Giro d'Italia © Cor Vos
Tom Dumoulin impegnato nella crono al Giro d'Italia © Cor Vos

Dumoulin: «Sono deluso, puntavo alla vittoria»

Le dichiarazioni dopo la tappa di Rovereto. Aru: «Non c’è stata alcuna intenzione di trarre vantaggio dalla scia»

ROHAN DENNIS (BMC Racing Team)
«Speravo di dare di più agli scalatori ma la vittoria di tappa è un ottimo risultato. Volevo due vittorie a cronometro al Giro, quella di Gerusalemme mi è scappata e allora ho cercato di prendere e tenere la Maglia Rosa per alcuni giorni. Non ho mai pensato di mollare una volta persa la Maglia. Ho ancora l’obiettivo della top 10. Sono contento delle mie prestazioni. Chiunque tra i primi 10 in classifica può avere un brutta giornata, potrebbe capitare anche a me»

SIMON YATES (Mitchelton-Scott)
«Questo è sicuramente il migliore risultato in una cronometro di questa distanza. Ho avuto piazzamenti migliori ma in crono brevi o prologhi adatti alle mie caratteristiche. Sono molto contento del risultato di oggi. Ho avuto frequenti aggiornamenti dei tempi degli altri, non ha cambiato nulla nel mio ritmo ma mi faceva piacere sapere come stessi andando rispetto ai miei rivali. Non mi sento molto fresco in questa fase del Giro, sono stanco e ci sono tappe difficili. Dovrò difendere invece di attaccare. Chiunque entro 10 minuti è ancora pericoloso. Al Giro succedono molte cose strane. Spero che non avrò brutte giornate finché non raggiungiamo Roma. Ho una squadra molto forte per supportarmi fino alla fine»

TOM DUMOULIN (Team Sunweb)
«Puntavo alla vittoria o a guadagnare molto tempo su Yates, ma non ci sono riuscito. Ancora una volta la maglia rosa ha avuto una gran giornata mentre io non sono riuscito ad esprimermi al massimo. Ho dato tutto quello che avevo e devo essere soddisfatto del risultato, anche se sono deluso. Manca ancora tanto per arrivare a Roma e essere a meno di un minuto dal leader non mi impedisce di certo alcun traguardo. Sono riuscito a guadagnare su tutti in classifica e questo è sempre un bene. Continueremo a lottare e vedremo dove saremo al termine di questa settimana»

FABIO ARU (UAE Team Emirates)
«Anche sospinto dall’affetto dei tifosi nella mia discesa dal bus, poco prima di partire ho deciso di affrontare a tutta la cronometro. Bene la prestazione di oggi ma non dimentico le difficoltà di domenica. Andiamo avanti giorno per giorno in questo Giro. Rispetto il parere della giuria ma non c’è stata alcuna mia intenzione di trarre vantaggio in maniera non lecita. In gara ho raggiunto alcuni corridori, in quei frangenti ci sono moto e auto: la giuria avrà deciso di sanzionare un momento nel quale ci sarà stato involontariamente un veicolo a poca distanza da me»

CHRIS FROOME (Team Sky)
«Simon Yates è stato inattaccabile sinora, per cui sarà interessante vedere come andrà da qui alla fine. Sinceramente non vedo nessuno capace di togliergli la maglia rosa di dosso. Domani sarà una giornata non troppo difficile ma in questo Giro mai dire mai. Le tre tappe di montagna possono ancora cambiare la classifica. Il percorso è adatto ai tentativi coraggiosi, per cui aspettiamo e vediamo. Per quanto riguarda la crono di oggi non ho preso alcun rischio, specialmente dopo quanto accaduto a Gerusalemme. Probabilmente avevo poca fiducia nelle curve ma in termini di sensazioni e potenza espressa è stata una bella giornata»

Visita lo store di Cicloweb!

Dal nostro Store

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile Versione stampabile