Gorka Izagirre domina il campionato spagnolo in linea © Movistar Team
Gorka Izagirre domina il campionato spagnolo in linea © Movistar Team

Dopo 9 anni si ferma l’egemonia Movistar in Spagna: titolo a Gorka Izagirre

Gara frizzante a Castellón de la Plana, teatro del campionato spagnolo in linea. La fuga del mattino ha compreso tredici elementi, che ha posseduto un margine massimo enorme di 14’20”. A tirare il gruppo non la Movistar, brava a mettere in testa Barbero e Erviti, quanto la Bahrain Merida con Iván García Cortina e la Cofidis, Solutions Crédits con José Herrada. Il gruppo si riavvicina e diversi tentativi, sia davanti che dietro, vengono annullati.

L’ultimo giro di 26 km ha visto i battistrada passare con 1’35” su cinque inseguitori (Jonathan Castroviejo, Rubén Fernández, Omar Fraile, Ion Izagirre e Diego López) e 2′ sul gruppo. Nel corso dell’ultima salita, tra gli uomini al comando attacca Pablo Torres (Burgos BH), con Carlos Barbero (Movistar Team), Isaac Cantón (Polartec-Kometa), Lluis Más (Caja Rural-Seguros RGA) e Sergio Samitier (Euskadi Basque Country-Murias).

Questo quartetto viene raggiunto ai meno 22.5 km dagli inseguitori Rubén Fernández e Ion Izagirre, mentre dal gruppo, quasi in contemporanea, si muove Alejandro Valverde. Assieme al murciano rimangono, inizialmente, i soli Jesús Herrada e Gorka Izagirre: un secondo scatto del leader del Movistar Team, con sempre i due a ruota, permette di rientrare sul drappello Barbero ai meno 20.5 km, giusto negli ultimi metri di salita.

Non appena inizia la discesa attacca Gorka Izagirre: il basco della Bahrain Merida riprende e stacca immediatamente Torres ai meno 17 km, disegnando traiettorie perfette e guadagnando subito sugli avversari, che non trovano collaborazione. Al termine della discesa, ai meno 12 km, Izagirre vanta una ventina di secondi sul gruppo, che ha visto il rientro di una ventina di elementi. La Movistar prova a tirare, con poco costrutto va detto, con Fernández e Marc Soler, non trovano aiuto da nessuno.

Ma il gap di Izagirre cresce ancora, dato che ai meno 7 km tocca i 35″: Fernández e Soler terminano il loro lavoro e nel gruppetto iniziano gli scatti e i controscatti, con Sergio Samitier che ci prova ai meno 4 km, venendo ripreso 1 km più tardi. Per Gorka Izagirre è però una passeggiata cogliere il primo successo della carriera nel campionato nazionale, al termine di una azione da applausi. Doppia festa, inoltre, dopo l’argento conquistato venerdì nella cronometro.

Battuta di giornata, inevitabile, la Movistar che aveva vinto tutte le edizioni dal 2007 ad oggi, con l’eccezione del 2009 dove si impose Rubén Plaza. I navarri sono secondi con Alejandro Valverde, che fa sua la volata del gruppetto a 9″ davanti a Omar Fraile (Astana Pro Team).

Completano la top 10 Luis León Sánchez (Astana Pro Team), Carlos Barbero (Movistar Team), Daniel Moreno (Team EF Education First-Drapac), Francisco Mancebo (Inteja Dominican), Jesús Del Pino (Efapel), l’élite senza contratto Julen Amarika (Telcom Ederlan) e Óscar Sevilla (Medellin).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile