Jolanda Neff vince il titolo svizzero in linea © Swiss Cycling
Jolanda Neff vince il titolo svizzero in linea © Swiss Cycling

Neff vince in Svizzera, sorpresa Roberts in UK. Solite super Amialiusik e Majerus

Incredibile in Gran Bretagna: in quel di Stamfordham, nei 106.2 km di gara, il titolo è andata ad una giovanissima ragazza attiva su strada e su pista con la formazione giovanile della nazionale. È Jessica Roberts, gallese al primo anno nella categoria, che ha beffato le più blasonate colleghe. La promettente atleta ha preceduto un nome di livello come Danielle Rowe (WaowDeals) e Eleanor Dickinson.

Tanto per cambiare, la migliore atleta del Lussemburgo è Christine Majerus. Nona vittoria di fila nel titolo in linea per la forte professionista della Boels-Dolmans: come d’abitudine il margine è enorme, dato che Elise Maes (WNT Rotor) è seconda a 4’28” e Ann Sophie Harsch è terza a 6’19”.

Era dal 2015 che non indossava la maglia di campionessa nazionale in linea, e per lei era alquanto bizzarro. Alena Amialiusik si è laureata per la quinta volta come la migliore in Bielorussia: in una mattinata fredda e piovosa la ventinovenne della Canyon-SRAM supera Taisa Naskovich e Hanna Tserah, entrambe del Minsk Cycling Club.

Bel colpo in Russia per Margarita Syrodoeva: la ventitreenne ex BePink ha preceduto di 5″ Anna Potokina (Servetto-Stradalli-AluRecycling) e 18″ su Elyzaveta Oshurikova (Cogeas-Mettler). In Ungheria a regnare è Barbara Benkó: la ventottenne ha staccato tutte, rifilando 47″ a Monika Kiraly (Michela Fanini) e ben 17’26” a Eszter Temela.

Non solo Van der Poel: di atleti fortissimi in diverse discipline ce ne sono (eccome!) tra le donne. Una di esse è Jolanda Neff: la biondissima biker ha fatto proprio il campionato in linea di Schneisingen. La venticinquenne è la nuova campionessa di Svizzera, lei che ha anticipato per 3″ Sina Frei e Nicole Hanselmann (Cervélo-Bigla).

Riesce a centrare, finalmente, il primo titolo nazionale della carriera Sarah Rijkes. In Austria, nella prova in linea di 100 km disputata nella capitale, la ventisettenne della Doltcini-Van Eyck ha saputo vincere la resistenza di Barbara Meier e Angelika Tarzreiter, distanti rispettivamente 4″ e 10″.

Sfida a due ad Hong Kong nella gara in linea: ad imporsi Yao Pang, capace di precedere Qianyu Yang. Il bronzo va a Kit Yee Leung, lontana 6’17”. In Messico successo nella gara in linea per Brenda Santoyo (Swapit-Agolico), sul podio salgono Ariadna Gutiérrez e Cinthya Covarrubias (Swapit-Agolico).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile