Matteo Moschetti in maglia Polartec-Kometa © Polartec-Kometa
Matteo Moschetti in maglia Polartec-Kometa © Polartec-Kometa

Il Big Board Under 23 di Cicloweb, quinta puntata

I migliori 100 prospetti del ciclismo giovanile: nel quinto capitolo i nomi da 20 a 11, tra gli azzurri spazio a Dainese e Moschetti

Quinta delle sei puntate con il Big Board Under 23 di Cicloweb, il ranking dei 100 migliori corridori nati tra il 1996 e il 1999 e tesserati per formazioni non professionistiche (con l’eccezione della Hagens Berman Axeon). Ispirato alle classifiche dei siti statunitensi sui prospetti di basket, football e baseball, questo tabellone fornisce le generalità dei corridori citati, una stima del potenziale fatta dall’autore che va da un massimo di A a un minimo di F, una breve descrizione delle caratteristiche di ogni ciclista presente e qualche riga di note in cui sono presenti altre importanti informazioni sugli stessi. Oggi spazio alle posizioni che vanno dalla ventesima all’undicesima.

Di seguito il fac simile delle schede riservate ai corridori presenti nel board:
Provenienza:
Squadra:
Data di nascita: giorno/mese/anno
Margini di miglioramento: (parametrati in lettere, A enormi margini, B grandi, C buoni, D discreti, E risicati, F non ha margini)
Caratteristiche:
Note:

20) Alexys Brunel
Provenienza: Francia
Squadra: C.C. Étupes
Data di nascita: 10/10/1998
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Corridore fortissimo sul passo, nonché attaccante nato.
Note: L’anno scorso il meglio di sé lo aveva dato nelle classiche del pavé, quest’anno, per il momento, l’apice stagionale è il podio alla Liège di categoria, corsa in cui aveva assaporato la vittoria prima di venire raggiunto da Almeida e Bagioli dopo una lunga fuga solitaria. È un buon cronoman, oltre che un grande puncheur, ma è abbastanza fermo in volata, il che significa che per vincere le corse gli conviene arrivare da solo.

19) Max Kanter
Provenienza: Germania
Squadra: Development Team Sunweb
Data di nascita: 22/10/1997
Margini di miglioramento: C+
Caratteristiche: Velocista completo, capace di difendersi sia sulle pietre che su percorsi misti.
Note: Costanza incredibile fin qui in una stagione che lo ha visto arrivare sul podio, tra le altre cose, a due corse di Coppa delle Nazioni, ossia Ronde van Vlaanderen Under 23 e ZLM Tour. È un velocista moderno e maturo, l’unica preoccupazione su di lui la desta una sinistra tendenza a piazzarsi tanto e vincere poco. Il primo successo stagionale, infatti, è arrivato solo il 17 giugno al campionato nazionale tedesco di categoria.

18) Alberto Dainese
Provenienza: Italia
Squadra: Zalf Euromobil Désirée Fior
Data di nascita: 25/05/1998
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Non un semplice velocista, bensì un corridore capace di difendersi più che bene su strappi arcigni e salite brevi. Vista la squadra per cui corre viene facile accostarlo a Sacha Modolo.
Note: Rappresenta un bagliore nella notte per quanto concerne il settore velocisti in Italia. Troppo spesso, negli ultimi anni, il Belpaese ha prodotto sprinter tanto forti in volata quanto negati in tutto il resto. Dainese, tuttavia, non ha nulla a che vedere con la categoria sopraccitata, come dimostrano le vittorie al Trofeo Città di San Vendemiano e nella tappa di Valdobbiadene al Giro Under 23.

17) Sasha Weemaes
Provenienza: Belgio
Squadra: EFC-L&R-Vulsteke
Data di nascita: 09/02/1998
Margini di miglioramento: A-
Caratteristiche: Corridore velocissimo, ma terribilmente forte anche sul passo.
Note: Già 5 vittorie in stagione: 3 allo sprint e 2 a cronometro, incluso il campionato nazionale belga. L’impressione è che, al momento, si sia vista solo la punta dell’iceberg. Per quanto forte, infatti, sembrerebbe ancora lontano dall’essere un corridore maturo: l’approdo alla Sport Vlaanderen è già realtà e lì potrà crescere senza eccessive pressioni.

16) Stephen Williams
Provenienza: Gran retagna
Squadra: SEG Racing Academy
Data di nascita: 09/06/1996
Margini di miglioramento: D
Caratteristiche: Scalatore puro molto esplosivo, la sua specialità è, chiaramente, la sparata negli ultimi 5 km. Adatto anche alle corse di un giorno più dure.
Note: Sta facendo una grandissima stagione, con un Isard dominato e un Giro Under 23 in cui è stato sempre protagonista. È un corridore fatto è finito, con pochi margini di crescita, ma pronto a ben figurare sin da subito al piano di sopra. Nel complesso, per caratteristiche, ricorda molto Dan Martin.

15) Felix Gall
Provenienza: Austria
Squadra: Development Team Sunweb
Data di nascita: 27/02/1998
Margini di miglioramento: B
Caratteristiche: Scalatore che sembra avere, già oggi, delle doti di fondo molto importanti.
Note: Dopo una prima stagione da incubo tra gli Under 23 è risorto al GP Priessnitz, con un terzo e un quarto posto nelle tappe più dure e la sesta piazza in classifica. Al Savoie si è tolto pure lo sfizio di mettersi dietro capitan Hirschi giungendo quarto, dimostrando che quei risultati non erano certo un fuoco di paglia.

14) Einer Augusto Rubio
Provenienza: Colombia
Squadra: Vejus TMF
Data di nascita: 22/02/1998
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Classico scalatore puro colombiano molto esile. Quando la strada sale tenergli la ruota è dura. Tuttavia quel fisico è croce e delizia e finirà per penalizzarlo in altre situazioni.
Note: Dopo una buona prima parte di stagione è esploso fragorosamente al Giro d’Italia Under 23 con la vittoria a Dimaro Folgarida e il secondo posto ad Asolo. Oltre alle sua indubbie qualità ha dimostrato anche di essere uno che non si fa alcun problema ad attaccare da lontano.

13) Andreas Leknessund
Provenienza: Norvegia
Squadra: Uno-X Norwegian Development Team
Data di nascita: 21/05/1999
Margini di miglioramento: C+
Caratteristiche: È un cronoman di notevole caratura, ma sta dimostrando di cavarsela benissimo anche in salita, il che lo rende, a tutti gli effetti, un prospetto intrigante per quanto concerne le corse a tappe.
Note: Da quando è approdato, a metà maggio, alla Uno-X, sta andando veramente forte. Alla Ronde de l’Isard, dopo aver sofferto nel primo arrivo in salita, si è subito rifatto a Goulier Neige arrivando secondo, chiudendo poi al settimo posto la corsa a tappe francese. Due settimane più tardi è giunto ottavo al GP Priessnitz mentre al recente campionato nazionale a crono è stato battuto solo da un élite di blasone come Boasson Hagen. Il dubbio è che sia un corridore con pochi margini di miglioramento in relazione all’età: non sarebbe una novità vedere un giovane norvegese andare molto forte tra gli Under 23 e poi finire rapidamente nell’oblio tra i pro’. I suoi risultati potrebbero essere frutto non tanto del talento quanto di un eccesso di allenamento? Fisicamente, inoltre, è già ben sviluppato.

12) Niklas Larsen
Provenienza: Danimarca
Squadra: Team Virtu Cycling
Data di nascita: 22/03/1997
Margini di miglioramento: C
Caratteristiche: Corridore che all’attività su strada unisce quella su pista, molto veloce, ma anche ottimo sul passo, simile ad altri giovani danesi che si stanno mettendo in mostra tra i pro, come Pedersen e Kragh Andersen.
Note: Da un paio di mesi a questa parte è un ciclone incontenibile: dal 1° maggio ad oggi ha ottenuto 2 vittorie (tra cui Francoforte Under 23), 4 podi, 4 top 10 e ha conquistato sia la maglia dei giovani che quella a punti al Rhône-Alpes Isère Tour. Se la cava alla grande anche nelle prove contro il tempo come dimostrano il sesto posto nella crono della Denmark Rundt 2017 e il secondo nel campionato nazionale di specialità di questa stagione.

11) Matteo Moschetti
Provenienza: Italia
Squadra: Polartec-Kometa
Data di nascita: 14/08/1996
Margini di miglioramento: C+
Caratteristiche: Un velocista moderno dotato di ottima tenuta su percorsi non banali.
Note: Nell’ultimo anno, complice il passaggio alla Polartec, ha fatto un salto di qualità enorme che lo ha portato ad essere, al momento, il numero uno delle volate nel panorama continental. Al momento sono già 7 i successi conquistati da Moschetti quest’anno, tra cui spicca lo ZLM Tour, prova di Coppa delle Nazioni.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile