Pascal Ackermann vince a Cracovia © Tour de Pologne
Pascal Ackermann vince a Cracovia © Tour de Pologne

Tour de Pologne, a Cracovia volata dominante di Ackermann. Terzo Trentin, quarto Nizzolo

L’edizione numero 75 del Tour de Pologne è partita con una frazione di 134 km a Cracovia. Già poco dopo il km 0 nasce la fuga del pomeriggio: protagonisti Alessandro De Marchi (BMC Racing Team), Michal Paluta (CCC Sprandi Polkowice), Michal Podlaski (Polonia) e Stéphane Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits).

Già al km 10 il loro margine superava i 3′, ma il gruppo li ha sempre tenuti a bada, con Bora-Hansgrohe, Lotto Soudal e Team LottoNL-Jumbo a dettare l’andatura. A 25 km dal termine il gap era di 30″, di fatto invariato anche ai meno 20 km. Poco dopo Rossetto decide di allungare, con De Marchi e i due polacchi rialzatisi e ripresi ai meno 16.3 km. Il francese è stato riassorbito a 10 km dalla fine, quando la gara è già entrata nel circuito conclusivo di 4 km da ripetere 3 volte.

A lavorare a fondo è la Bora Hansgrohe, che inizia in testa l’ultimo giro; giusto poco prima di un tentativo di Silvan Dillier (AG2R La Mondiale), ma l’elvetico dura fino ai meno 2.3 km. È però la Quick Step Floors a formare il treno migliore: Davide Martinelli entra in testa nell’ultimo km, con Michael Mørkøv e Fabio Sabatini a lanciare Álvaro Hodeg.

Il colombiano parte assieme a Pascal Ackermann: ma il campione tedesco è di un altro pianeta e guadagna subito un bel vantaggio nonostante si lanci a 250 metri, resistendo sin sul traguardo. E il campione tedesco della Bora Hansgrohe conquista la quinta vittoria stagionale, la terza consecutiva dopo il Campionato nazionale e la Prudential RideLondon.

Secondo Álvaro Hodeg, seguono gli azzurri Matteo Trentin (Mitchelton-Scott) e Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo). Completano la top ten Danny van Poppel (Team LottoNL-Jumbo), Mike Teunissen (Team Sunweb), Simone Consonni (UAE Team Emirates), Clément Venturini (AG2R La Mondiale), Maciej Paterski (Polonia) e Pawel Franczak (CCC Sprandi Polkowice).

Domani appuntamento con la Tarnowskie Góry-Katowice di 156 km, con un possibile arrivo in volata. Non bisogna però escludere qualche colpo di mano da parte di volenterosi finisseur.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile