Foto di gruppo per la St Michel-Auber 93 © Gus Sev
Foto di gruppo per la St Michel-Auber 93 © Gus Sev

Niente licenza Professional, la St. Michel-Auber 93 rimarrà una squadra Continental

Sin dalla scorsa estate aveva preannunciato l’interesse a chiedere una licenza Professional, previa valutazione dell’impatto economico e della disponibilità del budget. Ma alla fine, come anticipato al quotidiano Le Parisien, la decisione finale è stata di restare nel terzo livello internazionale, ossia tra le Continental.

La St. Michel-Auber 93 ha così rinviato il discorso promozione al futuro. Il manager Stéphan Javalet motiva così la scelta: «È una decisione prima di tutto strategica. Al momento non ci sono le condizioni perfette per il salto: innanzitutto ci sono cinque formazioni Professional francesi, motivo per cui la competizione per le wild card è serratissima. Nel caso in cui non ottenessimo gli inviti a corse come Paris-Nice, Paris-Roubaix e Critérium du Dauphiné, sarebbe inutile proporre agli sponsor una simile opportunità».

Il sodalizio parigino, in ogni caso, avrà un aumento del budget da parte del main sponsor, che ha prolungato il loro accordo fino al termine del 2021: questo permetterà anche l’incremento a livello quantitativo del roster a disposizione, attualmente ridotto a soli dieci elementi. Non è comunque escluso che il discorso Professional venga riproposto nelle prossime annate.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile