Schachmann è primo a Trier © Cycling.photography
Schachmann è primo a Trier © Cycling.photography

Finale scoppiettante al Deine Tour, Max Schachmann vince la seconda tappa

Tanto spettacolo nella seconda tappa del Deutschland Deine Tour e, proprio come ieri, è la Quick-Step Floors ad esultare: stavolta, però, a tagliare per primo il traguardo è stato il 24enne tedesco Maximilian Schachmann che ha conquistato così la sua terza vittoria stagionale dopo una tappa della Volta a Catalunya e quella del Giro d’Italia con arrivo in salita a Prato Nevoso.

Il finale era molto movimento con diverse salite brevi ma abbastanza secche che offrivano la possibilità di attaccare e fare selezione: la fuga iniziale di Etienne Van Empel, Patrick Haller, Gaetan Pons e John Mandrysch è stata annullata a circa 45 chilometri dall’arrivo e da quel momento nel primo gruppo sono iniziati gli attacchi con Romain Bardet, Tom Dumoulin e soprattutto Matej Mohoric molto attivi.

Nonostante i tentativi, però, la numerosa prima parte del gruppo s’è presentata compatta ai piedi dell’ultima salitella di giornata, lo strappo di Petrisberg a 6.5 chilometri dalla conclusione che non metteva in palio punti gpm ma secondi di abbuono per i primi tre a scollinare. L’andatura è stata molto sostenuta e proprio in cima c’è stato un bello scatto di Damiano Caruso che si è preso i 3″ di abbuono davanti a Tom Dumoulin e Romain Bardet.

Terminato lo strappo, Tom Dumoulin ha subito insistito nella propria azione sorprendendo tutti gli altri che hanno rallentato per rifiatare: l’olandese della Sunweb ha preso un piccolo margine di vantaggio, ma su di lui è rientrato il tedesco Maximilian Schachmann. La coppia di testa non ha trovato un grande accordo, ma ha tenuto del margine sugli inseguitori: all’ultimo chilometro è tornato sotto Matej Mohoric con un capolavoro in discesa, e poi ai 500 metri è rientrato anche Nils Politt che ha subito tentato un allungo, finendo col tirare la volata agli altri tre.

Lo sprint ha quindi premiato Maximilian Schachmann che per mezza ruota ha avuto la meglio su Matej Mohoric, terzo posto per Tom Dumoulin con Nils Politt ovviamente quarto, a pochi secondi il resto degli inseguitori. La nuova classifica generale è comandata dallo stesso Schachmann con 4″ di vantaggio su Mohoric e Dumoulin, Politt è a 10″, poi a 18″ troviamo Reinardt Janse Van Rensburg e Pieter Vanspeybrouck, a 19″ Damiano Caruso, a 20″ Frederik Backaert e a 21″ Romain Bardet.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile