Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster sono seconde nella Madison © Twitter
Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster sono seconde nella Madison © Twitter

CdM su pista, a Cambridge l’Italia esulta con una vittoria, un secondo e un terzo posto

Ultima giornata con la Coppa del Mondo su pista a Cambridge, in Nuova Zelanda, con ottime notizie per l’Italia. Nello Scratch femminile splendido successo per Martina Fidanza: la giovane bergamasca risponde bene negli ultimi 3 giri ad un tentativo della collega portoghese e conquista la prima gioia individuale nella pista élite regolando la polacca Daria Pikulik e la neozelandese Jessi Hodges.

Nella Madison femminile, inoltre, Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster hanno conquistato il secondo posto al termine di un duello andato avanti dall’inizio alla fine con le belghe Jolien D’Hoore e Lotte Kopecky: 39 i punti delle fiamminghe, andate sempre a segno negli 8 sprint disputati, contro i 27 delle azzurre. Lontanissime le altre coppie, con la Nuova Zelanda terza con 9 punti.

Nulla da fare, invece, sia per Maila Andreotti che per Miriam Vece, eliminate sin dall’inizio nel Keirin. A prendersi la vittoria è Lee Wai Sze, che bissa il successo ottenuto nella velocità individuale. Finale combattutissimo per la rappresentante di Hong Kong che ha preceduto di soli 4 millesimi la britannica Katy Marchant mentre terza è giunta l’ucraina Lyubov Basova.

Anche gli uomini non sono rimasti a guardare. Liam Bertazzo, infatti, ha colto il bronzo nell’Omnium. Ottavo nell’inaugurale Scratch, il padovano è riuscito a conquistare la Tempo Race e si è difeso egregiamente nell’Eliminazione con una quarta piazza, arrivando così per terzo all’inizio della Corsa a Punti. Medesimo risultato conservato alla fine con 108 punti: davanti a lui hanno terminato lo svizzero Claudio Imhof con 113 punti e il bielorusso Raman Tsishkou con 112.

Niente italiani impegnati nella Velocità individuale maschile, prova vinta dall’australiano Nathan Hart ai danni del polacco Mateusz Rudyk, Terzo posto per il francese Sébastien Vigier. Settimana prossima la chiusura con la kermesse internazionale ad Hong Kong.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile