UAE Tour 2019

[restabs alignment=”osc-tabs-center” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”Presentazione” active=”active”]Abu Dhabi Tour e Dubai Tour erano due corse interessanti, la seconda spiccatamente dedicata alle ruote veloci e la prima che strizzava l’occhio anche agli scalatori. La prima di categoria World Tour, la seconda no, pur essendo entrambe organizzate da RCS Sport. Nella passata primavera le autorità politico-sportive (o meglio, politico-politiche, che tanto nel paese i limiti fra i settori sono pressoché inesistenti) hanno deciso di venirsi incontro e creare una corsa nazionale, l’UAE Tour.

Sono sette le tappe di questa inedita corsa, che ha il merito di toccare, anche brevemente, tutti e sette gli Emirati (oltre ai due più noti, gli altri sono quelli di Sharjah, Ajman, Fujaira, Ras al Khaima e Umm al Qaywayn). L’apertura è con una cronosquadre a tutta velocità a Hudariyat Island, dove le formazioni più attrezzate potranno fare subito grossi distacchi. Volata senza il minimo dubbio è prevista nella seconda (Abu Dhabi), nella quinta (Khor Fakkan) e nella settima (Dubai) tappa. Ben diverso, invece, l’andamento previsto nelle altre tre frazioni.

La terza frazione presenta l’arrivo a Jebel Hafeet, ascesa che caratterizzava l’Abu Dhabi Tour: sono 10.8 i km della salita con pendenza media del 5.4%, ma il tratto centrale di 7 km ha una pendenza media dell’8% che può risultare un trampolino di lancio per i più coraggiosi. La quarta tappa è, storicamente, una delle più intriganti di quelle che si disputano nell’area: l’arrivo di Hatta Dam è perfetto per i puncheur-classicomani, con il muro che porta sulla diga con pendenze che toccano il 17%. La grande novità è quella della sesta tappa, con l’atteso arrivo a Jebel Jais: salitona lunghissima (20.6 km) con oltre 1000 metri di dislivello da fondo alla cima, per una pendenza media sì non durissima (5.4%) ma con gli ultimi 2 km sempre sopra il 7%.

Non poteva avere una lista partenti migliore, con tutte le 18 squadre del massimo circuito che hanno dato conferma della loro presenza. C’è l’imbarazzo della scelta tra i favoriti per il successo finale: il dorsale numero 1 va ad Alejandro Valverde, che nel Movistar Team viene affiancato da Rubén Fernández. Punta alla vittoria anche Richie Porte, che viene accompagnato in casa Trek-Segafredo dal sempre affidabile Bauke Mollema. La lanciatissima Astana Pro Team punta su Gorka Izagirre, con Davide Villella come possibile alternativa. Il club di casa, la UAE Team Emirates, punta sul trio Alberto Rui Costa, Daniel Martin e Diego Ulissi, che su queste strade solitamente riesce a ben figurare. Decisamente intrigante il terzetto della Bora Hansgrohe composto da Emanuel Buchmann, Davide Formolo e Maximilian Schachmann.

Lunga la lista di quanti iniziano il proprio 2019 con questa gara e tutti sono presenti per piazzare subito una zampata. Tom Dumoulin ha serie ambizioni di successo finale e, per accontentarlo nel suo intento, il Team Sunweb gli mette a disposizione Wilco Kelderman e il nuovo acquisto Robert Power. A livello di talento puro, difficile superare il duo del Team Sky composto da Michal Kwiatkowski e Gianni Moscon: nonostante il forfait di Froome, i britannici non sono venuti solo per far presenza. Parte qui la stagione di due serissimi candidati per la vittoria nel prossimo Giro d’Italia: Vincenzo Nibali avrà in casa Bahrain Merida l’aiuto di due gregari extralusso come Damiano Caruso e Rohan Dennis, Primoz Roglic è più isolato, ma il Team Jumbo-Visma gli affianca comunque il buon Laurens De Plus.

E non è finita qui, perché altri corridori ambiscono ad un posto al sole nella classifica generale: è il caso, ad esempio di Ilnur Zakarin che comanda il Team Katusha Alpecin, oppure della coppia del Team Dimension Data composta da Roman Kreuziger e Louis Meintjes. Le squadre francesi non sono certo da disprezzare: per l’AG2R La Mondiale il nome da seguire è quello di Tony Gallopin, nella Groupama-FDJ spazio invece a David Gaudu accompagnato da Sébastien Reichenbach.

Se si parla di giovani, inevitabile drizzare le antenne per capire cosa potrà fare Remco Evenepoel, alla quale la Deceuninck-Quick Step lascia carta bianca per mettersi in mostra (eventualmente c’è anche la carta James Knox). Tejay van Garderen è l’uomo di riferimento per la EF Education First; meritano una menzione anche Bjorg Lambrecht per la Lotto Soudal, Alessandro De Marchi per il CCC Team e Ildar Arlsanov in rappresentanza della Gazprom-RusVelo, unica formazione Professional invitata al pari del Team Novo Nordisk.

Se gli uomini di classifica, come visto, sono tantissimi, non è certo inferiore né la quantità né il livello delle ruote veloci. Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step) vuole proseguire dopo il bell’avvio di stagione, desiderio condiviso da Marcel Kittel (Team Katusha-Alpecin). Con gioia degli sponsor locali, la UAE Team Emirates presenta per la prima volta assieme Fernando Gaviria e Alexander Kristoff: da capire, ovviamente, come si divideranno i ruoli. Chi invece vuole riprendere il cammino interrotto è Caleb Ewan, ancora a secco di successi a livello UCI con la maglia della Lotto Soudal.

L’elenco di sprinter prosegue con Sam Bennett (Bora Hansgrohe), Mark Cavendish (Team Dimension Data), Phil Bauhaus (Bahrain Merida), Max Walscheid (Team Sunweb), Jakub Mareczko (CCC Team), Sacha Modolo (EF Education First), Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), Kristoffer Halvorsen (Team Sky), Marc Sarreau (Groupama-FDJ), Luka Mezgec (Mitchelton-Scott). Davvero niente male.[/restab] [restab title=”Startlist”]

Movistar Team
1 VALVERDE Alejandro
2 AMADOR Andrey
3 CASTRILLO Jaime
4 FERNÁNDEZ Rubén
5 MAS Lluís
6 OLIVEIRA Nelson
7 SÜTTERLIN Jasha
AG2R La Mondiale
11 WARBASSE Lawrence
12 BOUCHARD Geoffrey
13 COSNEFROY Benoît
14 DUMOULIN Samuel
15 GALLOPIN Tony
16 JAUREGUI Quentin
17 PARET-PEINTRE Aurélien
Astana Pro Team
21 IZAGIRRE Gorka
22 BOARO Manuele
23 FOMINYKH Daniil
24 FRAILE Omar
25 GRUZDEV Dmitriy
26 HIRT Jan
27 VILLELLA Davide
Bahrain Merida
31 NIBALI Vincenzo
32 BAUHAUS Phil
33 CARUSO Damiano
34 DENNIS Rohan
35 HAUSSLER Heinrich
36 SIEBERG Marcel
37 TRATNIK Jan
Bora Hansgrohe
41 FORMOLO Davide
42 BAŠKA Erik
43 BENNETT Sam
44 BUCHMANN Emanuel
45 KENNAUGH Peter
46 PFINGSTEN Christoph
47 SCHACHMANN Maximilian
CCC Team
51 PAUWELS Serge
52 BEVIN Patrick
53 DE LA PARTE Víctor
54 DE MARCHI Alessandro
55 MARECZKO Jakub
56 OWSIAN Łukasz
57 ROSSKOPF Joey
Deceuninck-Quick Step
61 VIVIANI Elia
62 DEVENYNS Dries
63 EVENEPOEL Remco
64 HONORÉ Mikkel Frølich
65 KNOX James
66 MØRKØV Michael
67 SABATINI Fabio
EF Education First
71 VAN GARDEREN Tejay
72 BENNETT Sean
73 CLARKE Simon
74 MCLAY Daniel
75 MODOLO Sacha
76 WHELAN James
77 VAN DEN BERG Julius
Gazprom-RusVelo
81 PORSEV Alexander
82 ARSLANOV Ildar
83 BOEV Igor
84 KURIANOV Stepan
85 NYCH Artem
86 SHILOV Sergey
87 VOROBYEV Anton
Groupama-FDJ
91 ROUX Anthony
92 ARMIRAIL Bruno
93 DELAGE Mickaël
94 GAUDU David
95 REICHENBACH Sébastien
96 SARREAU Marc
97 SCOTSON Miles
Lotto Soudal
101 EWAN Caleb
102 BLYTHE Adam
103 HANSEN Adam
104 KLUGE Roger
105 LAMBRECHT Bjorg
106 MONFORT Maxime
107 ARMÉE Sander
Mitchelton-Scott
111 ALBASINI Michael
112 BAUER Jack
113 BEWLEY Sam
114 BOOKWALTER Brent
115 GRMAY Tsgabu
116 MEZGEC Luka
117 SCOTSON Callum
Team Dimension Data
121 CAVENDISH Mark
122 EISEL Bernhard
123 GHEBREIGZABHIER Amanuel
124 JANSE VAN RENSBURG Reinardt
125 KREUZIGER Roman
126 MEINTJES Louis
127 THOMSON Jay Robert
Team Jumbo-Visma
131 ROGLIČ Primož
132 BOUWMAN Koen
133 DE PLUS Laurens
134 LEEZER Tom
135 MARTENS Paul
136 MARTIN Tony
137 VAN EMDEN Jos
Team Katusha-Alpecin
141 KITTEL Marcel
142 DOWSETT Alex
143 HALLER Marco
144 KOCHETKOV Pavel
145 NAVARRO Daniel
146 ZABEL Rick
147 ZAKARIN Ilnur
Team Novo Nordisk
151 IRVINE Declan
152 BENHAMOUDA Mehdi
153 BRAND Sam
154 CALABRIA Fabio
155 KUSZTOR Péter
156 PERON Andrea
157 PLANET Charles
Team Sky
161 ELISSONDE Kenny
162 GOŁAŚ Michał
163 HALVORSEN Kristoffer
164 KWIATKOWSKI Michał
165 MOSCON Gianni
166 PUCCIO Salvatore
167 SIVAKOV Pavel
Team Sunweb
171 DUMOULIN Tom
172 ARNDT Nikias
173 BOL Cees
174 HAGA Chad
175 KELDERMAN Wilco
176 POWER Robert
177 WALSCHEID Max
Trek-Segafredo
181 PORTE Richie
182 CLARKE Will
183 EG Niklas
184 IRIZAR Markel
185 MOLLEMA Bauke
186 MOSCHETTI Matteo
187 REIJNEN Kiel
UAE Team Emirates
191 KRISTOFF Alexander
192 GAVIRIA Fernando
193 COSTA Rui
194 LAENGEN Vegard Stake
195 MARTIN Dan
196 TROIA Oliviero
197 ULISSI Diego
[/restab] [restab title=”Albo d’oro”]La corsa è alla prima edizione[/restab] [restab title=”La corsa in tv”]La corsa verrà trasmessa in diretta tutti i giorni in diretta tv su Eurosport e in diretta web su RaiSportWeb; l’emittente di Stato trasmetterà quotidianamente in tv una differita su RaiSport. Gli orari di trasmissione sono rintracciabili nella guida tv di Cicloweb[/restab] [/restabs]

Le tappe

Domenica 24/2 - 1a tappa: Hudariyat Island - Hudariyat Island (Cronosquadre - 16 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]Partenza prima squadra: Hudariyat Island ore 14.50 (11.50 ora italiana)
Arrivo ultima squadra: Hudariyat Island ore 16.40 circa (13.40 ora italiana)

Sprint: Nessuno[/restab] [/restabs]

Lunedì 25/2 - 2a tappa: Yas Mall - Abu Dhabi (184 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Yas Mall ore 12.10 (9.10 ora italiana)
Arrivo: Abu Dhabi ore 16.30 circa (13.30 ora italiana)

Sprint: Al Bahia km 97.5, Yas Island km 143.8[/restab] [/restabs]

Martedì 26/2 - 3a tappa: Al Ain - Jebel Hafeet (179 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Al Ain ore 12.10 (9.10 ora italiana)
Arrivo: Jebel Hafeet ore 16.45 circa (13.45 ora italiana)

Sprint: Al Qattara km 25.9, Green Al Mubazzarah km 165.5[/restab] [/restabs]

Mercoledì 27/2 - 4a tappa: Dubai - Hatta Dam (197 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Dubai ore 11.45 (8.45 ora italiana)
Arrivo: Hatta Dam ore 16.45 circa (13.45 ora italiana)

Sprint: Al Qudra Cycle Track km 54.3, Labhab km 95.73[/restab] [/restabs]

Giovedì 28/2 - 5a tappa: Sharjah - Khor Fakkan (181 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Sharjah ore 12.20 (9.20 ora italiana)
Arrivo: Khor Fakkan ore 16.40 circa (13.40 ora italiana)

Sprint: Sharjah University km 15.6, Kalba University km 136.8[/restab] [/restabs]

Venerdì 1/3 - 6a tappa: Ajman - Jebel Jais (180 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Ajman ore 12.05 (9.05 ora italiana)
Arrivo: Jebel Jais ore 16.45 circa (13.45 ora italiana)

Sprint: Umm Al Quwain km 27, Marjan Island km 77.5[/restab] [/restabs]

Sabato 2/3 - 7a tappa: Dubai - Dubai (145 km)
[restabs alignment=”osc-tabs-left” pills=”nav-pills” responsive=”true” text=”More”] [restab title=”La tappa” active=”active”]

Partenza: Dubai ore 13.10 (10.10 ora italiana)
Arrivo: Dubai ore 16.40 circa (13.4 ora italiana)

Sprint: Al Mamzar Beach km 85.2, Union House Flag km 116.7[/restab] [/restabs]

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile