Jip van den Bos impegnata sul Muur © Boels Dolmans
Jip van den Bos impegnata sul Muur © Boels Dolmans

Le Samyn femminile, assolo vincente per Van den Bos. Nelle 10 Guarischi e Bastianelli

È una delle giovani oranje di maggior prospettiva e l’inizio del 2019 è stato di alto livello, con il terzo posto sabato alla Omloop Het Nieuwsblad. E quest’oggi Jip van den Bos ha centrato il primo successo della carriera a livello élite internazionale; la ventiduenne, infatti, si è imposta a Le Samyn, prova di 102 km tra le strade della Vallonia.

Sette atlete hanno attaccato a 32 km dal traguardo riuscendo a guadagnare terreno; una di loro, però, vale a dire la Van den Bos si è mossa sul penultimo settore in pavé a 6 km dal traguardo, riuscendo a prendere terreno e portando la seconda affermazione stagionale alla sua Boels-Dolmans.

Seconda posizione a 56″ per la tedesca Daniela Gass (Equano-Wase Zon CT) che sale sul podio assieme alla neerlandese Demi De Jong (Lotto Soudal). Quarta piazza per la statunitense Lauretta Hanson (Trek-Segafredo) e quinto per la migliore delle italiane, ossia Barbara Guarischi (Team Virtu). Le altre due fuggitive, vale a dire la tedesca Romy Kasper (Alé Cipollini) e la polacca Malgorzata Jasinski (Movistar Team), occupano il sesto e il settimo posto.

Chiude ottava, invece, Marta Bastianelli (Team Virtu) che conserva la vetta della Lotto Cycling Cup. La campionessa d’Europa, nella volata del gruppo a 1’37” dalla vincitrice, ha regolato la belga Lotte Kopecky (Lotto Soudal) e la francese Eugénie Duval (FDJ-Nouvelle Aquitaine-Futuroscope).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile