L'arrivo della De Brabantse Pijl femminile © Valcar Cyclance
L'arrivo della De Brabantse Pijl femminile © Valcar Cyclance

Brabantse Pijl femminile, vittoria per De Vuyst. Seconda Cavalli, quarta Pirrone

Gara animata e decisamente piacevole la De Brabantse Pijl femminile. Undici atlete sono evase dal gruppo attorno a metà dei 136.7 km previsti: presneti Marta Lach e Pauliena Rooijakkers (CCC-Liv), Coryn Rivera, Floortije Mackaij e Leah Kirchmann (Team Sunweb), Marta Cavalli e Vittoria Guazzini (Valcar Cylance), Sofie De Vuyst (Parkhotel Valkenburg), Anna Trevisi (Alé Cipollini), Julie Leth (Bigla), Elena Pirrone (Astana Women’s Team) e Letizia Borghesi (Aromitalia-Vaiano).

Sin da subito hanno guadagnato un vantaggio interessante sul gruppo, che non è riuscito a trovare la collaborazione per tentare l’inseguimento. La CCC fa staccare la Rooijakkers in modo da dare una mano a Marianne Vos, che cerca di riportarsi in testa. Ma vanamente.

Negli ultimi km perdono terreno Lach e Trevisi con Kirchmann che termina il suo grande lavoro poco prima dell’ultimo km. Si giunge così alla volata, posta su un leggerissimo dentello. A imporsi è Sofie De Vuyst, che va a cogliere la più prestigiosa affermazione della sua lunga carriera.

La trentaduenne belga della Parkhotel Valkenburg precede la campionessa italiana Marta Cavalli mentre è tutto sommato deludente il terzo posto della statunitense Coryn Rivera, decisamente la più veloce del drappello. Quarta posizione per Elena Pirrone, al miglior risultato (e prestazione) nella sua carriera tra le élite. Seguono Floortje Mackaij, Julie Leth, Letizia Borghesi, Vittoria Guazzini, Leah Kirchmann e Marta Lach.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile