Ryan Mullen © Trek-Segafredo
Ryan Mullen © Trek-Segafredo

Campionati a crono, Mullen vince in Irlanda nonostante la bici smarrita. Negli USA ok Garrison

Per il terzo anno di fila, il quarto negli ultimi cinque, Ryan Mullen si è laureato campione nazionale a cronometro in Irlanda. Ma stavolta per l’alfiere della Trek-Segafredo c’è stato un imprevisto della vigilia da dover risolvere: impegnato martedì a Minsk per i Giochi Europei, Mullen si è visto smarrire da KLM la bici che normalmente utilizza nelle crono. Fortunatamente per lui a casa aveva una Trek da crono di scorta, che in fretta e furia ha preparato per adattarla alle specifiche: il ventiquattrenne ha così corso e vinto nei 36 km di Speenoge, superando Eddie Dunbar (Team Ineos) di 52″ e il dilettante Craig McAuley di 3’35”.

A Knoxville, Tennessee, oggi era giornata delle gare a cronometro. Tra gli uomini epilogo non certo inatteso ma comunque sorprendente: dopo essersi laureato nel passato finesettimana campione nazionale della specialità tra gli under 23, Ian Garrison si è ripetuto laureandosi come miglior cronoman degli Stati Uniti anche tra gli élite. 42’58” il tempo del ventunenne della Hagens Berman Axeon, che gli consente di superare di 20″ Neilson Powless (Team Jumbo-Visma) e di 51″ George Simpson (Elevate KHS).

Si è gareggiato anche in Costa Rica, come di consueto senza la presenza di Andrey Amador: per il terzo anno di fila il titolo a cronometro va a Bryan Salas. Stavolta il ventisettenne della Nestlé 7c Giant ha però colto il successo a fatica in 38’24”, superando di soli 5″ Daniel Jara (El Colono). Completa il podio a oltre 1′ Mainor Rojas (El Colono).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile