Volata di Merlier su Dupont e Van Aert © Photo News
Volata di Merlier su Dupont e Van Aert © Photo News

Titoli in volata tra Belgio e Olanda : Merlier e Jakobsen i nuovi campioni. In Lussemburgo sesto titolo per Jungels

Tra i campionati nazionali più attesi ci sono quelli nel Benelux, con Belgio e Olanda che avevano in comune percorsi pianeggianti: da previsioni, le prove sono terminate in volata.

In Belgio si correva a Gent, su un percorso che solo nella parte in linea prevedeva qualche difficoltà, affrontando alcuni storici tratti di pavé attorno a Zottegem. La corsa è stata animata dall’atteso Remco Evenepoel (Deceuninck-Quick Step), protagonista di una fuga con Dries De Bondt (Corendon-Circus), Jelle Wallays e Stan Dewulf (Lotto Soudal) che non ha avuto mai un margine superiore ai 2′.  Generosa come sempre la prova del giovane asso belga, il quale sevizia i compagni di fuga (Dewulf alza bandiera bianca ai -33) prima di essere ripreso con gli altri a 13 km dal termine.
La corsa è destinata a terminare in volata, sebbene l’assenza di un vero velocista di riferimento nei due squadroni tenda a generare una situazione molto fluida e caotica. Sul rettilineo finale ad avere la meglio è dunque la meno titolata ma più organizzata Corendon-Circus, che porta al successo uno dei suoi uomini migliori nel ciclocross, Tim Merlier, il quale quest’anno aveva già dato sfoggio delle sue migliorate abilità da sprinter vincendo l’Elfstedenronde: battuti Timothy Dupont (Wanty – GroupeGobert), Wout Van Aert (Jumbo-Visma) autore di una volata non ottima viziata da un’errata scelta di posizione, il sempiterno Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick Step) e Jasper De Buyst (Lotto Soudal).

All’Elfstedenronde Merlier aveva battuto Fabio Jakobsen: ed è proprio il giovane Deceuninck a conquistare la maglia di campione nazionale in quel di Ede. Anche qui una gara parecchio abbottonata, col solo Eilmar Renders (Roompot – Charles) che tenta di rompere lo stallo in soltaria nei chilometri finali, senza riuscirci. La volata, che non vede la presenza del favorito Dylan Groenewegen, è dunque appannaggio del 22enne di Heukelum, il quale batte Danny Van Poppel (Jumbo-Visma), poi relegato per volata irregolare. Secondo posto dunque per Moreno Hofland (Ef Education First), su Bas van der Kooij (Monkey Town – Á bloc CT), Martijn Budding (Beat Cycling Club) e Cees Bol (Sunweb). La Deceuninck esulta con la 45esima vittoria stagionale anche in Lussemburgo, con Bob Jungels che prevedibilmente conquista il suo sesto titolo di campione nazionale.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

Versione stampabile