Héctor Sáez coglie la prima in carriera alla Volta a Portugal © Podium - Paulo Maria
Héctor Sáez coglie la prima in carriera alla Volta a Portugal © Podium - Paulo Maria

Volta a Portugal, prima vittoria in carriera per lo spagnolo Héctor Sáez

Dopo il giorno di riposo di ieri, la Volta a Portugal è ripartita oggi con la sesta tappa, una frazione ondulata di 189 chilometri con partenza da Torre de Moncorvo e arrivo a Bragança. Giornata caratterizzata dal maltempo e così il gruppo, sempre comandato dagli uomini della W52-FC Porto, ha lasciato il via libera ad una fuga da lontano di 11 corridori non pericolosi per la classifica generale.

Negli ultimi 15 chilometri c’erano diversi strappi su cui i fuggitivi si sono dati battaglia con il canadese Ben Perry e lo spagnolo Héctor Sáez tra i più attivi nell’andare a caccia della vittoria. Nell’ultimo chilometro sono stati proprio loro due a giocarsi il successo, con il 25enne della Euskadi-Murias che è riuscito a piegare la resistenza del rivale della Israel Cycling Academy solo nelle ultime centinaia di metri: per Héctor Sáez si tratta della prima vittoria in carriera da professionista, mentre è la settima stagionale per la sua squadra. Perry ha mollato negli ultimi metri chiudendo secondo a 7″, a 10″ è arrivato Txomin Juaristi, a 11″ Julén Amezqueta, a 33″ Filipe Cardoso, Cyrille Thièry, Gonçalo Leaça e Micael Isidoro.

Per gli uomini di classifica sembrava essere una giornata tranquilla in vista dell’arrivo in salita di domani, ma appena entrati negli ultimi tre chilometri c’è stata una caduta nelle primissime posizioni del gruppo che ha coinvolto il leader Gustavo César Veloso e altri dei potenziali favoriti per la vittoria come João Rodrigues e Joni Brandão. I distacchi sono ovviamente stati neutralizzati come da regolamento e la generale è rimasta pressoché invariata, ma domani bisognerà fare i conti con le botte prese oggi.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile