Rigoberto Urán alla Vuelta a España © EF Education First
Rigoberto Urán alla Vuelta a España © EF Education First

Vuelta, il bilancio della caduta di ieri: fratture per Carthy, De la Parte e Urán

La caduta avvenuta nella tappa di ieri attorno al km 105 ha rivoluzionato il prosieguo della Vuelta a España, con quattro corridori costretti all’immediato ritiro e diversi altri alle prese con botte e ferite derivate dall’incidente registratosi in un veloce tratto di discesa.

Il bilancio peggiore spetta senza dubbio alla EF Education First con due corridori ritirati, ossia Hugh Carthy e Rigoberto Urán: sia il britannico che il colombiano hanno riportato la frattura della clavicola sinistra. Per Urán, che ha visto rompersi anche la scapola, si tratta per altro della seconda frattura stagionale allo stesso osso, dopo quella patita alla Paris-Nice. La formazione statunitense ha poi visto cadere anche Sergio Higuita (dolori alla schiena), Logan Owen (per lui cinque punti di sutura alla gamba destra) e Tejay van Garderen (ferite e botte sul lato destro del corpo).

In casa CCC Team ha dovuto abbandonare l’uomo di classifica Víctor De la Parte: lo spagnolo ha riportato la frattura della scapola e di una clavicola, con uno stop previsto di una quarantina di giorni e che, ovviamente, lo costringerà a concludere la sua stagione anzitempo. Nulla di rotto per Nicolas Roche, che ha ricevuto dodici punti di all’avambraccio sinistro e ha una contusione al quadricipite destro.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio




Versione stampabile