Caleb Ewan supera di un'incollatura Ackermann e Philipsen a Bruxelles © Photonews
Caleb Ewan supera di un'incollatura Ackermann e Philipsen a Bruxelles © Photonews

Sprint caotico nella Brussels Cycling Classic, Ewan rimonta e batte Ackermann. Quarto Ballerini

Gara meno banale del solito a Bruxelles, nella Brussels Cycling Classic. Complice anche un acquazzone scatenatosi nel finale, il gruppo si era spezzato ad una quindicina di km dal termine, in una gara di 189.4 km, tuttavia la situazione è tornata ordinaria subito dopo, con il plotone certamente allungato e ridotto ad una quarantina di unità ma non più frammentato.

Si giunge così nella capitale belga sull’asfalto bagnato ma senza più avere la pioggia a cadere: Bora Hansgrohe e Mitchelton-Scott lavorano alacremente, con gli australiani ad impostare la volata con Daryl Impey in versione apripista prima che la Trek-Segafredo si inserisca a tirare nell’ultimo mezzo km.

A lanciare la volata è Pascal Ackermann che parte lungo, decisamente troppo considerando la leggera pendenza del rettilineo; fino ai 20 metri dalla fine il tedesco rimane in testa, venendo rimontato da cinque rivali. Solo uno lo supera sul lato destro, e quell’uno è Caleb Ewan: l’australiano della Lotto Soudal torna così a vincere dopo la splendida tripletta del Tour de France.

Seconda piazza per il già citato Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe) mentre completa il podio Jasper Philipsen (Lotto Soudal). Quarta piazza per un eccellente Davide Ballerini (Astana Pro Team), seguono Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Arnaud Démare (Groupama-FDJ), Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), Amaury Capiot (Sport Vlaanderen-Baloise), Baptiste Planckaert (Wallonie Bruxelles) e Kaden Groves (Mitchelton-Scott).

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

L’angolo della polemica

Versione stampabile